Sparatoria in Turchia: ucciso un assalitore, un secondo è in fuga

Agenti di polizia turchi a Istanbul (Getty Images)
1' di lettura

Il fatto è avvenuto nei pressi di una stazione di polizia Gaziantep, nel sud-est del paese. Un agente ferito nel corso dello scontro a fuoco  

Un assalitore morto e un agente ferito. E' questo il bilancio della sparatoria scoppiata martedì 10 gennaio nei pressi di una stazione di polizia a Gaziantep, nel sud-est della Turchia. L'attentato è stato rivendicato dal  gruppo I "Falconi della libertà del Kurdistan", staccatosi dal Pkk.

 

Lo scontro a fuoco – Secondo le ricorstruzioni delle agenzie stampa turche, nel pomeriggio del 10 gennaio un uomo armato ha cercato di fare irruzione all'interno della stazione di polizia locale dopo aver forzato il check point che si trovava a pochi metri dall'ingresso della caserma. Gli agenti di polizia avrebbero a quel punto cercato di fermarlo sparando: l'uomo ha risposto al fuoco ferendo un agente, ma è caduto sotto i colpi dei proiettili dopo una sparatoria durata una decina di minuti. Secondo quanto riportato da Cnn Turk, un secondo assalitore sarebbe riuscito a fuggire ed è attualmente ricercato dalle forze di sicurezza. Per l'agenzia Iha l'uomo si sarebbe poi nascosto in un garage per sfuggire alla polizia.

 

La rivendicazione curda – I "Falconi della libertà del Kurdistan" (Tak), gruppo staccatosi dal Pkk, ha rivendicato l'attacco, come riferisce la tv curda Rudaw: uno degli assalitori aveva addosso dell'esplosivo per compiere un attentato kamikaze all'interno della caserma. Aljazeera ha precisato che proprio Gaziantep sarebbe stato in passato il centro di diverse attività dell'Isis e che il giro di vite della polizia sui terroristi continua a preoccupare la popolazione locale riguardo possibili rappresaglie.

 

Il terzo attentato del 2017 - L'attacco di oggi è il terzo dall'inizio del 2017 nel Paese: a Capodanno un attentato a Istanbul ha provocato la morte di 39 persone e il ferimento di altre 65; il 5 gennaio lo scoppio di un'autobomba piazzata davanti al tribunale di Smirne ha ucciso 4 persone, compresi i due attentatori.  

 

 

Leggi tutto