E’ morto Zygmunt Bauman, teorico della società liquida

1' di lettura

Il filosofo e sociologo di origine polacca era nato a Poznan il 19 novembre 1925. Negli anni ’80 ha ottenuto fama internazionale per i suoi studi sulla connessione tra cultura della modernità e totalitarismo

Il filosofo e sociologo di origine polacca Zygmunt Bauman è morto a Leeds all'età di 91 anni. La notizia è stata data dal quotidiano di Varsavia Wyborcza.

 

Nato a Poznan il 19 novembre 1925 da genitori ebrei, fuggì nella zona di occupazione sovietica dopo che la Polonia fu invasa dai tedeschi nel 1939. Dopo la guerra, studiò sociologia a Varsavia, con formazione marxista. Nel 1968 emigrò in Israele e poi accettò la cattedra di sociologia a Leeds.

 

L'estratto dal suo libro "Sesto potere"

 

L'inventore della modernità liquida - Negli anni ’80 ha ottenuto fama internazionale per i suoi studi sulla connessione tra la cultura della modernità e il totalitarismo, con particolare riferimento alla Shoah (Modernità e Olocausto, edito dal Mulino). Le sue più recenti pubblicazioni si sono concentrate invece sul passaggio alla post-modernità (Modernità liquida, Laterza). Il nome di Bauman è associato indissolubilmente ai concetti di “società liquida” e “modernità liquida”, di cui è stato il più acuto teorico.

Leggi tutto