Siria, accordo tra Turchia e Russia per il cessate il fuoco

1' di lettura

La proposta di intesa verrà ora sottoposta all'approvazione di Damasco e dei gruppi dell'opposizione siriana. Ankara e Mosca lavorano perché la tregua scatti alla mezzanotte di oggi

Russia e Turchia hanno raggiunto un accordo per il cessate il fuoco in Siria, che verrà ora sottoposto all'approvazione di Damasco e dei gruppi dell'opposizione siriana. A renderlo noto l'agenzia ufficiale di Ankara Anadolu.
L'intesa prevede un cessate il fuoco "in tutta la Siria", e Ankara e Mosca "lavorano perché entri in vigore dalla mezzanotte di oggi”. Lo stop alle armi è previsto "in tutte le zone di combattimento tra le forze governative e quelle ribelli",  esclusi dall’accordo "i gruppi terroristici".

 

Ieri l'incontro tra Lavrov e Cavusoglu - Ieri, i ministri degli esteri russo e turco, Serghei Lavrov e Mevlut Cavusoglu, avevano discusso nel corso di una conversazione telefonica la preparazione per l'incontro tra l'opposizione siriana e il governo ad Astana e i termini del cessate il fuoco in Siria.  I capi della diplomazia avevano sottolineato la necessità di concordare al più presto sui "parametri pratici per porre fine alle azioni di combattimento, separare l'opposizione moderata dai gruppi terroristici e preparare l'incontro ad Astana su invito della leadership del Kazakistan per il lancio del soluzione politica in linea con la risoluzione del Consiglio di sicurezza 2254", recita una nota ufficiale.

 

Negoziati in Kazakhistan - Se l'accordo reggerà, il regime e l'opposizione cominceranno i negoziati politici ad Astana, la capitale del Kazakhistan, sotto la tutela di Turchia e Russia.  

Leggi tutto