Messico: invito diventa virale, in migliaia a compleanno di 15enne

Rubi Ibarra e suo padre durante i festeggiamenti del suo quindicesimo compleanno (Getty Images)
1' di lettura

Il 26 dicembre in moltissimi si sono presentati al compleanno di Rubi Ibarra dopo che il breve filmato in cui il padre invitava tutti i suoi conoscenti a partecipare è diventato virale in Rete ed è stato oggetto di numerose parodie

"Siete tutti cordialmente invitati". Crescencio Ibarra aveva concluso così il video in cui annunciava i festeggiamenti per il quindicesimo compleanno di sua figlia, Rubi Ibarra, ma di sicuro non si aspettava che arrivassero migliaia di persone da tutto il Messico. E invece, il 26 dicembre, nella sua cascina a la Joya Grande nello stato di San Luis Potosi, si sono presentati in tantissimi proprio a causa di quell’invito che nelle precedenti settimane è diventato virale.

 

Un evento nazionale – Nel video, il signor Ibarra, rigorosamente con un cappello da cow boy in testa, appare un po' impacciato al fianco della figlia e della moglie mentre, nel descrivere l’evento, annuncia molto cibo, giochi a premi e concerti di band locali. Per qualche misteriosa dinamica della rete il breve filmato in pochi giorni è stato condiviso migliaia di volte e il compleanno di Rubi è diventato un evento di portata nazionale. Così la mattina del 26 già alla tradizionale messa si sono presentate centinaia di persone che sono rapidamente aumentate nel corso della giornata. La madre di Rubi, nei giorni precedenti al compleanno, ha spiegato che l'invito del marito, in realtà, era rivolto alla piccola comunità Joya Grande e che mai si sarebbero potuti aspettare un successo del genere. Basti pensare che il giorno dei festeggiamenti più di 333mila persone avevano confermato la loro presenza all’evento sulla pagina Facebook ufficiale.

 

Parodie e campagne pubblicitarie – Gran parte del merito di questa mobilitazione è del numero incredibile di parodie, meme e addirittura iniziative pubblicitarie che si sono ispiarte al compleanno di Rubi Ibarra. Il cantante messicano Luis Antonio Lopez detto "El Mimoso", ad esempio, ha composto una canzone ("El corrido") in onore di Rubi e la compagnia aerea messicana Interjet ha lanciato una campagna promozionale intitolata "Vai alla festa di Rubi?", con cui prometteva uno sconto del 30 per cento per i voli diretti verso San Luis Potosi. Inoltre tra le numerose parodie comparse sul web ce n’è anche una dal grande attore Gael Garcia Bernal realizzata insieme al famoso conduttore radiofonico Eddie "Piolín" Sotelo.

 

 

Una data importante – In Messico il quindicesimo compleanno (quinceneara”) è paragonabile alla festa per i diciotto anni in Italia. Segna la fine dell’infanzia e l’entrata in società, per questa ragione spesso le famiglie organizzano feste in grande. Questa volta, però, la situazione deve essere sfuggita di mano, tanto che, secondo il Guardian, per evitare problemi di ordine pubblico nel ranch degli Ibarra è intervenuta anche la polizia per bloccare le strade di accesso e la Croce Rossa per garantire un soccorso tempestivo in caso di bisogno.

"L'ossessione del Messico per il compleanno di Rubi Ibarra – secondo Jose Antonio Sosa, esperto di social network della Università Iberoamericana, intervistato dall’emittente televisiva statunitense Abc news - si spiega con il bisogno di storie leggere, in una società dominata dalla violenza e dai problemi economici".

Leggi tutto