Russia, trovate le scatole nere dell'aereo precipitato

1' di lettura

Dall'analisi dei primi dati, "un errore del pilota appare la causa più probabile". Intanto, in via precauzionale, Mosca sospende i voli di tutti i Tupolev Tu-154  

Errore del pilota. È l’ipotesi principale che sembrerebbe emergere dall’analisi preliminare dei dati contenuti in una delle due scatole nere dell’aereo russo precipitato il giorno di Natale nel Mar Nero. Stando alle informazioni contenute nel registratore di volo "un errore del pilota appare come la causa più probabile del disastro", ha  rivelato una fonte a Interfax, un’agenzia di stampa russa.

Trovata anche seconda scatola - Intanto, dopo il recupero della prima scatola nera, in giornata i sommozzatori sono riusciti a individuare e recuperare anche la seconda. "La condizione è accettabile e le informazioni contenute potranno probabilmente essere recuperate per l'analisi", ha spiegato una foto del ministero della Difesa.

Aerei Tupolev sospesi - Intanto, fino a che non si avranno notizie certe sulle cause del disastro, Mosca ha sospeso i voli di tutti i Tupolev-154. Si tratta di uno degli aerei di maggior successo dell'aviazione civile e militare sovietica e poi Russa. Costruito dal 1968 al 2013 in ben 1.026 esemplari è un jet trimotore destinato rotte di medio raggio, sviluppato in Unione Sovietica nella metà degli anni Sessanta.

Leggi tutto