Brasile, la Chapecoense riceve la Copa sudamericana

Il presidente della Chapecoense, Plínio David de Nês Filho (a sinistra), e Daniel Jimenez Ochoa, dirigente dell'Atletico Nacional di Medellin (Getty Images)
1' di lettura

Il 28 novembre l'incidente aereo nel quale hanno perso la vita 71 persone, tra cui molti giocatori del club. La finale del torneo non è mai stata giocata ma su richiesta degli avversari il trofeo è stato assegnato alla società di Plinio David Nes

La Chapecoense ha il suo trofeo. Il presidente del club, Plínio David de Nês Filho, ha ritirato la Copa sudamericana (l'equivalente della nostra Europa League). Lo scorso 28 novembre a causa di un incidente aereo molti dei giocatori della squadra erano morti mentre erano in volo in Colombia, dove si sarebbe dovuta disputare la finale.

 

La premiazione - Subito dopo la tragedia, costata la vita a 71 persone, l'altra finalista, l'Atletico Nacional di Medellin, aveva chiesto che la Copa venisse assegnata alla Chapecoense. Adesso è arrivata la premiazione ufficiale, poco prima dei sorteggi della Coppa Libertadores (l'equivalente sudamericana della Champions league), alla quale la società brasiliana parteciperà di diritto (proprio perché vincitrice della Sudamericana).

 

Il tributo all'Atletico Nacional di Medellin - “È un momento di tristezza e gioia. Le emozioni invadono il nostro cuore", ha detto il presidente della “Chape” durante la cerimonia, prima del sorteggio per le prossime edizioni dei trofei sudamericani. Lo stesso Plínio David de Nês Filho ha rivolto anche un ringraziamento speciale all'Atletico Nacional di Medellin per il suo "gesto di umanità, dignità e amore”. Daniel Jimenez Ochoa, dirigente della squadra colombiana, è stato applaudito a lungo. E, salito sul palco, ha alzato il trofeo assieme a Plínio David de Nês Filho. “Grazie Colombia e grazie Nacional. Questi sono i veri valori del calcio”, ha sottolineato il presidente del Conmebol (la federazione calcistica sudamericana), Alejandro Dominguez. Durante la serata, il club di Medellin ha ricevuto un premio fair play e sono stati ricordati anche i giornalisti a seguito della Chapecoense scomparsi nell'incidente.

 

La prossima stagione - Plínio David de Nês Filho ha ringraziato il mondo del calcio per la solidarietà ricevuta. Gli altri club della federazione si sono offerti di prestare gratuitamente alla Chapecoense un calciatore della propria rosa, per consentire alla squadra di ricostruirsi. In vista ci sono il campionato brasiliano e, appunto, la Libertadores. Dopo la consegna della Copa, il club ha conosciuto i suoi prossimi avversari: saranno Nacional (Uruguay), Lanús (Argentina) e Zulía (Venezuela).

Leggi tutto