Berlino, così il tir ha investito i banchi del mercato: video

1' di lettura

Spuntano nuovi filmati sulla strage ai mercatini di Natale. In uno di questi si vede Anis Amri nei pressi di una moschea del quartiere Moabit 8 ore dopo l’attentato. L'uomo si era radicalizzato in Italia. Confermata la vittima italiana

Il principale sospettato di essere l’attentatore di Berlino è stato ucciso in una sparatoria con la polizia a Milano. TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

 

Spuntano nuovi video sull’attentato di Berlino. In un filmato amatoriale, diffuso nella serata di giovedì, si vedono gli istanti in cui il tir si lancia ad alta velocità verso i mercatini di Natale di Breitscheidplatz. Le auto ferme, la gente che scappa, e quel camion (sul quale forse si trovava Anis Amri) piombare sulla folla e uccidere 12 persone, tra cui l’italiana Fabrizia Di Lorenzo.

 

In un altro video si vede invece proprio Anis Amri, (ucciso a Milano durante una sparatoria con la polizia), filmato dalle autorità di sicurezza 8 ore dopo l'attentato di fronte all'associazione-moschea "Fussilet 33", nel quartiere di Moabit. La televisione pubblica Rbb ha diffuso le immagini, in cui si vede il giovane, presunto jihadista 25enne, sulla porta del centro, che è sotto vigilanza della polizia per il fatto di essere un luogo di incontro della minoranza salafita e sospettato di essere un centro di proselitismo di jihadisti. Le immagini corrispondono alla notte tra lunedì e martedì, circa otto ore dopo l'attentato.

 

Data ultima modifica 23 dicembre 2016 ore 11:02

Leggi tutto