Berlino, si cerca tunisino. Fonti Sky TG24: eluse espulsione da Italia

1' di lettura

Mandato di cattura internazionale per Anis Amri, ritenuto responsabile dell'attentato. Il 24enne sarebbe arrivato a Lampedusa nel 2011 e avrebbe trascorso 4 anni in carcere nel nostro Paese. La Germania ha messo una taglia da 100 mila euro 

Anis Amri, il tunisino ricercato dalle autorità tedesche perché ritenuto responsabile dell’attentato di Berlino rivendicato dall'Isis, è stato 4 anni in carcere in Italia. Secondo fonti Sky TG24 in Germania avrebbe eluso l'espulsione dal nostro Paese.

 

Chi è Amri - All'interno del camion utilizzato per la strage del mercato di Natale di Berlino, costata la vita a 12 persone, è stato trovato un documento di "sospensione temporanea dell'espulsione" rilasciato nel land Nord Reno Westfalia in favore di Ahmed Almasri. Almasri è l'alias di Anis Amri, ben conosciuto dalle autorità di sicurezza del Nord Reno Westfalia e Berlino come militante islamista incline alla violenza. Nel 2016 è stato sottoposto ad indagine dalle autorità tedesche perché ritenuto implicato in una progettualità terroristica, e nel suo passato era emerso a suo carico un provvedimento di inammissibilità in area Schengen ex art. 24.

 

Lo sbarco a Lampedusa, il carcere, il provvedimento di espulsione – Amri, oggi 24 anni, sarebbe sbarcato a Lampedusa il 4 aprile 2011 recuperato in mare da una motovedetta italiana. Identificato come minore, fu accompagnato presso il centro di accoglienza di Belpasso (Ct) dove si rese protagonista di violenze e danneggiamenti, reati per i quali fu condannato nel 2012 alla pena di 4 anni di reclusione dal GUP di Catania. Durante la detenzione fu sottoposto a monitoraggio per atteggiamenti radicali anticristiani. Scarcerato il 18 maggio 2015 con 156 giorni di liberazione anticipata, al fine di eseguire il provvedimento di espulsione adottato nei suoi confronti. Dopo 30 giorni, non essendo intervenuto il riconoscimento delle autorità tunisine, fu munito di ordine del questore di Caltanissetta di lasciare lo Stato e il suo nome inserito per inammissibilità in territorio Schengen.  

 

Taglia da 100 mila euro - Nei confronti di Amri, come spiega il ministro dell'Interno tedesco, Thomas de Maizie're, è stato emesso un mandato di cattura per tutta l'area Schengen.  La Germania ha offerto fino a 100.000 euro di taglia a chiunque fornisca informazioni che portino al suo arresto. La somma viene indicata in un comunicato della Procura federale in cui Anis Amri viene descritto come un 24enne, "alto 178 cm" per un peso di "circa 75 kg". "Attenzione potrebbe essere violento e armato", avverte l'annuncio.

 

A Berlino, intanto, sono in corso gli esami del Dna per l'identificazione di Fabrizia Di Lorenzo. La madre in lacrime ha ammesso: "Sento che mi ha abbandonata".

 

 

 

A Palermo invece, è rientrata una coppia che era rimasta ferita nell'attentato. "Vedevamo gente a terra, immobile"

 


Leggi tutto