Arriva il volo diretto dall'Inghilterra all’Australia

Il volo diretto sulla tratta Perth-Londra impiegherà più di 17 ore per arrivare a destinazione (sito Qantas)
1' di lettura

Da marzo 2018 la compagnia aerea Qantas effettuerà trasporto passeggeri collegando senza scali Perth e Londra. Il volo avrà una durata di oltre 17 ore

A partire da marzo 2018 ci sarà un volo diretto dall'Inghilterra all’Australia. Lo ha annunciato la compagnia aerea australiana Qantas Airlines Limited, che ha in programma di utilizzare il jet Boeing 787-9 per coprire la tratta, lunga oltre 14mila chilometri.

Il viaggio non-stop - Come riporta il comunicato ufficiale di Qantas, da marzo 2018 sarà disponibile un volo diretto sulla tratta che va da Perth, nell’Australia occidentale, all’aeroporto di Londra Heathrow e viceversa. Attualmente, la rotta utilizzata dalla compagnia di bandiera australiana prevede due voli giornalieri da Londra per Perth e Sidney, ma entrambi fanno scalo a Dubai. Il nuovo volo passeggeri si servirà dell’ultimo modello di Boeing, il jet 787-9, e impiegherà più di 17 ore per arrivare a destinazione: in linea d’aria Londra e Perth distano circa 14.500 chilometri, ma la rotta più lineare, che prevede il passaggio nei cieli di Sri Lanka, India, Iran e Crimea, potrebbe essere allungata per evitare spazi aerei pericolosi. Gli orari dei voli non sono stati rivelati, ma si ipotizza il decollo da Perth nel tardo pomeriggio, per arrivare a Londra all’ora di pranzo del giorno dopo. Anche dall’Inghilterra si partirà verso le 15, per arrivare in tarda mattinata nell’Australia occidentale e consentire ai passeggeri di proseguire verso le città della costa est in giornata.


La Kangaroo Route - “Quando Qantas ha creato la Kangaroo Route, nel 1947 per arrivare dall'Australia a Londra ci volevano quattro giorni e nove scali; adesso ci vorranno poco più di 17 ore, senza nessuna fermata”, ha dichiarato il ceo della compagnia aerea Alan Joyce. In 70 anni di storia, soltanto un’altra volta è stato operato un volo no-stop dall’Australia all’Inghilterra, nel 1989 sulla tratta Londra-Sidney con un B747-400. Il Boeing 787-9 trasporterà 236 passeggeri divisi fra Business, Premium Economy ed Economy: i posti per il primo volo potranno essere acquistati a partire dall'aprile 2017. I prezzi dei biglietti non sono stati resi noti ma, come conferma la stessa compagnia aerea, il costo di un volo no-stop è superiore a quello di un volo standard. Questo è dovuto al maggiore consumo di carburante a parità di chilometraggio e perché necessita di uno staff addizionale, con due squadre di piloti pronti a darsi il cambio in volo. “È una grande notizia per l’Australia occidentale perché porterà lavoro e turisti e per tutti i cittadini australiani che avranno il loro primo collegamento diretto all’Europa nella storia”, ha commentato ancora Joyce, sottolineando come gli interni del velivolo siano stati progettati per garantire il massimo comfort possibile ai passeggeri in un volo così lungo.

I viaggi senza scali più lunghi - Il volo da Perth a Londra non sarà però il più lungo al mondo. Il primo in assoluto potrebbe essere Singapore-New York, che Singapore Airlines potrebbe tornare a percorrere senza scali come già aveva fatto in passato. Il secondo sarà invece lanciato da Qatar Airways il mese prossimo e collegherà Doha, in Qatar, a Auckland, in Nuova Zelanda. Attualmente il record di tratta senza scalo è detenuto dai voli sulla rotta Dubai-Auckland, che percorrono senza soste i 14.200 chilometri fra gli Emirati Arabi Uniti e la nuova Zelanda. Per quanto riguarda i voli più lunghi che decollano dall’Europa, il primato appartiene agli aerei della Garuda che viaggiano da Londra a Jakarta, per un totale di 11.700 chilometri.

Leggi tutto