Romania al voto per il Parlamento, seggi aperti anche in Italia

Il presidente della Romania Klaus Iohannis al seggio elettorale
1' di lettura

Oltre 18 milioni di elettori alle urne. Favoriti i socialdemocratici che dovrebbero tornare al potere. Il Paese da più di un anno è governato da un esecutivo tecnico. Si vota anche in Macedonia

Urne aperte in Romania per le elezioni politiche, un anno dopo le dimissioni del governo guidato da Victor Porta. Favoriti i socialdemocratici che dovrebbero tornare al potere.

 

Quando e come si vota - I 18,8 milioni di elettori romeni dovranno scegliere 466 parlamentari tra deputati e senatori con una legge elettorale proporzionale a turno unico. I risultati saranno noti domani. I 19 mila seggi nel paese hanno aperto questa mattina alle 7 e si potrà votare fino alle 21 (ora di Romania).

 

In Italia il maggior numero di seggi all’estero - Anche l’Italia sarà protagonista di queste elezioni. Il nostro Paese è quello con il numero maggiore di seggi elettorali organizzati fuori dai confini nazionali: 73 su 417. In Italia vivono oltre 1 milione e 100mila romeni.  L’Ambasciata ha messo a disposizione sulla sua pagina web e sulla pagina Facebook una mappa interattiva dei seggi elettorali.

 

I potenziali scenari - I sondaggi attribuiscono al partito socialdemocratico il 40% dei voti, con pochi punti di vantaggio rispetto ai Liberali (Pnl) e a Union Save Romania (Usr): formazione nata  solo un anno fa. Il primo ministro uscente, il tecnocrate indipendente Dacian Ciolos, è sostenuto da questi due partiti che, in caso di vittoria, sono pronti a riconfermarlo premier.

 

Lo stato attuale del Paese - Dal 2015 la Romania è governata da un esecutivo tecnico, guidato dall'ex commissario Ue all'Agricoltura, Dacia Ciolos. Un drammatico incendio in una discoteca di Bucarest e le accuse di corruzione per norme di sicurezza non rispettate, portarono nel novembre del 2015 alle dimissioni del premier socialdemocratico Victor Porta,  ma la gran parte degli osservatori ritiene che Porta tornerà in carica dopo il voto di oggi. 

 

Si vota anche in Macedonia - Elezioni politiche anche in Macedonia, dove si vive una crisi politica - causata da uno scandalo intercettazioni - che da quasi due anni paralizza il Paese. Gli elettori sono quasi 1,8 milioni e per i 123 seggi del parlamento (tre spettanti alle minoranze) sono in lizza 1.092 candidati. In vantaggio, secondo gli analisti, ci sarebbe il partito Vmro-Dpmne di Gruevski. I seggi chiuderanno alle 19.

Leggi tutto