Attacco al campus in Ohio, l'Isis rivendica: è un nostro soldato

Le forse dell'ordine sul luogo dell'attacco (Getty)
1' di lettura

Secondo la Cnn lo studente di origine somala aveva minacciato gli Stati Uniti in un post su Facebook

Pochi minuti prima di entrare alla Ohio State University per compiere il suo attacco, lo studente somalo Abdul Razak Ali Artan ha pubblicato un post su Facebook contro gli Usa dicendosi "stanco" di vedere i fratelli musulmani "uccisi e torturati". Lo riporta la Cnn citando le forze dell'ordine. "America, smettila di interferire con gli altri Paesi, in particolare con la comunità musulmana - si legge nel messaggio - Per Allah, non ti lasceremo riposare finché non darai pace ai musulmani".
E nello stesso giorno arriva anche la rivendicazione dell'Isis. “E’ un nostro soldato”, ha scritto l'agenzia dello stato islamico Amaq come riferisce il gruppo di monitoraggio Site.
 

 
Dopo l'assalto al campus, la pagina Facebook del 18enne somalo è stata bloccata, e gli investigatori la stanno esaminando per capire se a motivare l'attacco è stato un atto di terrorismo. Le forze dell'ordine hanno tuttavia spiegato che ci vorrà tempo per determinare il movente, pur non escludendo quello terroristico. 

Data ultima modifica 29 novembre 2016 ore 21:11

Leggi tutto