Chi è François Fillon, candidato presidente centrodestra francese

1' di lettura

E’ stato primo ministro durante la presidenza di Nicolas Sarkozy. Ha dichiarato di ammirare Margaret Thatcher e di voler tagliare 500mila posti di funzionari pubblici entro il 2022

Sarà François Fillon il candidato presidente per il centrodestra in Francia. Secondo i sondaggi, la candidatura repubblicana gli dà grandi possibilità di succedere a Francois Hollande all’Eliseo.

 

La carriera di Fillon – François Fillon, 62 anni, è stato primo ministro durante la presidenza di Nicolas Sarkozy. Prima di servire sotto l’ex presidente è stato più volte ministro del governo francese, guidando diversi dicasteri. E’ considerato un ultra liberista: durante la campagna elettorale per la candidatura repubblicana ha detto di ammirare l’ex premier inglese Margaret Thatcher.

 

Il programma economico di Fillon – Durante i dibattiti tv Fillon ha anticipato alcune misure che intenderebbe prendere se riuscisse a conquistare l’Eliseo: la più discussa è stata l’intenzione di tagliare 110 miliardi di spesa pubblica, anche attraverso la soppressione di 500mila posti di funzionari pubblici entro il 2022.

 

 

 

Fillon ha inoltre annunciato di voler mettere in discussione la tradizionale politica francese delle 35 ore di lavoro settimanali: il candidato repubblicano vorrebbe portarle a 39.

 

 

Fillon sui temi etici – François Fillon è cattolico praticante, ed era stato attaccato dal rivale Juppé per le sue posizioni conservatrici in materia di aborto e di adozioni gay: era stato definito come “reazionario medievale” e accusato di essere vicino a “Manif pour tous”, movimento d’opposizione alle unioni omosessuali. Lui, comunque, ha assicurato di essere “più vicino a Papa Francesco” che al gruppo tradizionalista, e di non voler “rimettere in discussione” le leggi entrate nel costume dei francesi.

 

 

I rapporti internazionali – Fillon è inoltre fortemente critico sulla decisione di Hollande di sostenere le sanzioni contro Mosca: “La politica di isolare la Russia è fallimentare”, ha durante l’ultimo dibattito televisivo con Alain Juppé. Sostiene, infine, la collaborazione con il Cremlino per risolvere la crisi in Siria.

 

Leggi tutto