Trump, nel programma dei primi 100 giorni non c'è il muro col Messico

1' di lettura

Il presidente eletto ha diffuso un video con i primi punti della sua agenda, tra i quali non figura l'abolizione dell'Obamacare, mentre compare l'uscita dal Tpp, accordo commerciale coi paesi del Pacifico

Non c'è la costruzione del muro col Messico né l'abolizione dell'Obamacare nel piano dei primi 100 giorni di governo di Trump (LO SPECIALE), che vuole invece togliere gli Usa dal Tpp, Trans-Pacific Partnership (Tpp), accordo commerciale con il Paesi del Pacifico, esclusa la Cina, definito dal neopresidente un "disastro nazionale".

 

In un video messaggio di due minuti e mezzo, diffuso nella serata di ieri, Trump ha posto l'accento su commercio e immigrazione, senza menzionare il muro al confine con il Messico, leitmotiv della sua campagna elettorale, né l'Obamacare, la riforma sanitaria voluta dal presidente Barack Obama che Trump aveva promesso di cancellare. "La mia agenda sarà fondata su un semplice principio di base - ha proclamato - mettere l'America al primo posto. Sia che si tratti di produrre acciaio, costruire auto o curare malattie, voglio che la prossima generazione di produzione e innovazione avvenga proprio qui, nella nostra grande patria: l'America che crea ricchezza e lavoro per i lavoratori americani".

 

Sull'immigrazione, Trump si è limitato a promettere di voler "indagare su tutti gli abusi nei programmi per i visti che penalizzano i lavoratori americani", senza il minimo accenno al "muro" e alle deportazioni di massa. 

Leggi tutto