Terremoto 7.4 in Giappone, rientrata allerta tsunami

1' di lettura

Il sisma nelle vicinanze di Fukushima: nessun danno alla centrale nucleare. Non si ha notizia di vittime, ma solo feriti lievi

Paura in Giappone per un potente terremoto di magnitudo di 7.4 che ha colpito il nord-est del Paese poco prima delle 6 del mattino, lungo la costa di Fukushima, causando un'immediata allerta per il rischio di tsunami, poi rientrata. Non si contano vittime né danni e si segnalano solo alcuni feriti leggeri. 

 

Evacuata la zona costiera - La scossa è durata circa 20 secondi e l'epicentro si è verificato con una profondità di circa 10 chilometri lungo la costa dell'Oceano Pacifico, nelle vicinanze di Fukushima. L'allerta tsunami era stato lanciato in due regioni (Fukushima e Miyagi) e onde alte poco più di un metro hanno colpito anche la zona della centrale nucleare sinistrata dopo il terremoto devastante del 2011. Le autorità municipali di Fukushima avevano avvisato i residenti di evacuare le zone costiere e dirigersi sulle aree lungo le colline.

 

Nessun incidente alla centrale di Fukushima - La compagnia Tepco, che opera l'impianto di Fukushima, ha confermato che un'onda di un metro ha toccato le coste adiacenti, ma che contrariamente alle informazioni date in precedenza, non si èregistrato alcun incidente. Uno dei sistemi di refrigerazione della piscina di combustibile utilizzato dal reattore 3 di Fukushima Daini si è fermato, ma il suo funzionamento è ripreso poco dopo. Due ore dopo il terremoto, sulla costa di Sendai, nella prefettura di Miyagi, si è registrata un'onda di 1,4 metri. 

Leggi tutto