Usa, spari all’aeroporto di Oklahoma. Uccide uomo e si toglie la vita

L'aeroporto (da Google Earth)
1' di lettura

Lo scalo è rimasto chiuso per ore dopo che un dipendente di una compagnia aerea è stato ucciso a colpi di pistola. Il presunto killer è stato poi trovato morto dentro la sua auto

Le autorità di Oklahoma City hanno ritrovato morto dentro la sua auto il presunto autore degli spari che lunedì hanno causato la morte di un lavoratore all'aeroporto Will Rogers World (WRWA), il più trafficato della città. e intanto si è saputo che la vittima era il padre di un giocatore di football americano, James Winchester. Per ore lo scalo è rimasto chiuso al traffico.  

Il presunto killer, un uomo bianco ritrovato morto in un camioncino con un colpo alla testa, potrebbe essersi suicidato. Il veicolo era al secondo piano del parcheggio dell'aeroporto. La vittima, Michael Winchester, era un dipendente della compagnia aerea statunitense, Southwest Airlines, 52enne e padre del giocatore che attualmente milita nei Chiefs di Kansas City. 

Il Will Rogers World è l'aeroporto di maggior traffico dello Stato di Oklahoma, con circa 4 milioni di passeggeri l'anno, e si trova a circa 8 chilometri dalla città.

Data ultima modifica 16 novembre 2016 ore 08:40

Leggi tutto