Obama: "Eccellente conversazione con Trump". Telefonata con Renzi

1' di lettura

Incontro alla Casa Bianca. Il presidente uscente ha promesso che farà "tutto ciò che gli sarà possibile" affinché il il nuovo inquilino del 1.6000 di Pennsylvanya Avenue abbia successo. Il premier italiano si congratula al telefono

Scambio di cortesie tra i due “presidenti” Usa (MAPPA - FOTO - VIDEO). L'uscente Barack Obama ha descritto come "un'eccellente conversazione" il suo primo incontro alla Casa Bianca con il neo-eletto e suo successore, il repubblicano Donald Trump cui ha promesso che farà "tutto ciò che gli sarà possibile" affinché il il nuovo inquilino del 1.6000 di Pennsylvanya Avenue abbia successo.

 

La telefonata di Renzi - Intanto il presidente eletto inizia ad avere i primi contatti con gli altri leader internazionali: dal primo ministro britannico Theresa May a Matteo Renzi che in una telefonata si è congratulato per l'elezione: nel corso del colloquio, il premier ha ribadito l'importanza strategica della alleanza tra Italia e Stati Uniti e la volontà di lavorare insieme in vista della prossima presidenza italiana del G7 nel 2017.

 

LE FOTO

 

 

L'incontro Obama-Trump - Alla Casa Bianca Trump ha ricambiato la gentilezza di Obama e usando toni presidenziali e non quelli cui ci ha abituato durante la campagna eletorale, si è detto "impaziente di lavorare con il presidente" Obama. Trump era accompagnato dalla moglie Melania. Da oggi inizia il considdetto periodo di transizione, regolato de norme precise, tra le due amministrazioni, fino a quando a mezzogiorno del 20 gennaio 2017 Trump giurerà e si insedierà quale 45esimo presidente degli Stati Uniti. A guidare la squadra di Trump è il governatore repubblicano del New Jersey, Chris Christie.

 

LE PROTESTE

 

 

 

Il colloquio - Sembra che l'incontro sia stato meno imbarazzante di quanto ci si potesse aspettare. Lo ha detto Josh Earnest, portavoce della Casa Bianca, nel suo briefing alla stampa. Nel colloquio, ha aggiunto, Barack Obama ha parlato anche dei temi legati al suo imminente viaggio in Germania, Grecia e Perù.

Data ultima modifica 10 novembre 2016 ore 22:11

Leggi tutto