Usa 2016, non solo Trump e Clinton. Si vota anche per 162 referendum

Un manifestante a favore della legalizzazione della marijuana durante la manifestazione che si è tenuta a Denver in Coloroado il 21 maggio 2016 (Getty Images)
1' di lettura

L'8 novembre molti americani dovranno esprimersi anche su numerosi argomenti, dalla pena di morte alla legalizzazione della marijuana. In quattro Stati si vota inoltre per la restrizione dell’uso delle armi. (LO SPECIALE)

Non solo Hillary Clinton o Donald Trump. L’8 novembre gli americani, oltre a votare per il futuro presidente degli Stati Uniti (LO SPECIALE), per i 435 membri della Camera, per 34 senatori su 100 e per 12 governatori su 50, saranno chiamati ad esprimere la loro opinione anche su 162 referendum. Dalla legalizzazione della marijuana alla cancellazione della pena di morte, i quesiti che verranno sottoposti ai cittadini di 35 Stati su 50 sono davvero i più disparati. Tra i più singolari quello sull'uso obbligatorio del preservativo per gli attori di film a luci rosse in California.

Ecco alcuni tra i più importanti “propositions” e “state-wide ballots” dell’8 novembre.  

 

Pena di morte – California e Nebraska durante l'election day voteranno anche il mantenimento o l’abolizione della pena capitale. In 31 stati è ancora prevista e il primo ad eliminarla è stato il Michigan nel lontano 1846. I cittadini dell’Oklahoma, nello stesso giorno, dovranno invece decidere se fornire delle “motivazioni costituzionali” aggiuntive all’esecuzione della pena di morte.

 

Marijuana – I cittadini di nove Stati, per un totale di 82 milioni di abitanti, potranno decidere se allentare i vincoli o liberalizzare ulteriormente l’uso di questa droga leggera. Attualmente in 23 Stati è legale per uso medico, mentre in 4 lo è anche per quello ricreativo. 

 

Armi – In Maine, Nevada, Washington e California si vota per l’introduzione di misure restrittive per l’acquisto e il possesso di armi da fuoco. Negli Stati Uniti questo diritto è garantito dal secondo emendamento della Costituzione che risale al 1791. Secondo l’osservatorio Gun Violence Archive (Gva) nel solo 2016 sono già stati registrati più di 12 mila decessi dovuti a scontri a fuoco.

 

Eutanasia – Tra i nove referendum che verranno votati in Colorando ce n’è uno per permettere ai medici di "porre fine alla vita di un malato terminale allo scopo di alleviarne le sofferenze". L’eutanasia, negli Stati Uniti, è permessa in California, Oregon, Vermont e Washington oltre che in Montana dove è stata introdotta per via giudiziale.

 

Sanità pubblica – In 4 Stati si voteranno anche nuove norme sulla Sanità. In Colorado, ad esempio, se dovesse passare il referendum, tutti i cittadini avrebbero le cure minime garantite, in cambio di un aumento delle tasse sui redditi del 10 per cento che però verrebbero compensate dal risparmio sulle costose assicurazioni sanitarie.

 

Salario minimo – Arizona, Colorado, Maine e Whashington votano anche sull’aumento del minimo salariale. Nei primi c'è una proposta per portarlo a 12 dollari l’ora, nello stato dell’estremo nord - ovest, invece, una per arrivare a 13,50. In Sud Dakota, al contrario, gli elettori dovranno decidere se abbassare il salario minimo ai lavoratori con meno di 18 anni. 

Leggi tutto