Usa 2016, North Carolina: molotov contro sede GOP. Trump: animali dem

1' di lettura

Nell’attacco incendiario nessuno è rimasto ferito. Gli aggressori hanno lasciato una scritta sul muro esterno: "Nazisti repubblicani via della città". Il tycoon non ha perso l’occasione per accusare Hillary Clinton, che ha condannato l’accaduto (LO SPECIALE)

Attacco incendiario contro la sede  del Partito Repubblicano in North Carolina. Una bottiglia molotov è  stata scagliata contro un finestra dell'edificio, provocando un  incendio che ha distrutto manifesti elettorali per Donald Trump,  mobilio ed altro materiale all'interno dell'ufficio. Gli aggressori  hanno anche lasciato una scritta sul muro esterno che recita "nazisti  repubblicani via dalla città", minacciando altre azioni. Nell'attacco, avvenuto durante il weekend, nessuno è rimasto ferito.

 

 

Indagini in corso - La polizia sta indagando dopo che i funzionari del partito hanno  denunciato domenica quello che il governatore Pat McRory ha definito "un attacco alla nostra democrazia". Il sindaco di Hillborough, Tom  Stevens, ha diffuso una dichiarazione in cui afferma che l'attacco  incendiario costituisce una "volontaria minaccia alla sicurezza della nostra comunità e il suo messaggio d'odio mina la decenza, il  rispetto e l'integrità della partecipazione civica".

Da parte sua, il direttore  esecutivo del Partito Repubblicano del North Carolina Dallas  Woodhouse ha detto che “l'unica cosa importante è che nessuno sia rimasto ucciso, cosa che sarebbe potuta succedere". E ancora: "A prescindere dall'essere repubblicani, democratici o  indipendenti, tutti gli americani devono sentirsi oltraggiati per  questo attacco violento e pieno d'odio contro la nostra democrazia".

 

Trump: animali dem. Clinton condanna l'accaduto - Il candidato repubblicano alle elezioni dell'8 novembre (LO SPECIALE) Donald Trump non ha perso l'occasione per accusare Hillary Clinton, puntando il dito contro "gli animali che rappresentano" la candidata democratica alle elezioni dell'8 novembre e "i democratici in North Carolina", perché, ha assicurato, "vinceremo". Da parte sua Clinton ha condannato l'accaduto sul suo account Twitter, definendolo "orribile e inaccettabile".

 

 

 

Leggi tutto