Siria, ancora bombe e morti ad Aleppo. L'appello del Papa

1' di lettura

L'ultimo bombardamento ha colpito il mercato ortofrutticolo di Firdaws. Nella notte altre 25 vittime dei raid, Russia e Usa il 15 ottobre a Losanna per nuovi incontri di pace. LO SPECIALE

Sono almeno quindici le persone morte durante un bombardamento aereo su Aleppo Est, la zona della città siriana ancora in mano ai ribelli e sotto assedio. L’attacco, non si sa ancora se mosso dalle forze governative di Assad o dalle truppe russe, ha colpito il mercato ortofrutticolo di Firdaws.

 

Venticinque morti nella notte - Martedì notte invece un raid russo, portato sempre sopra Aleppo Est, ha causato la morte di almeno venticinque persone, di cui cinque minori e donne. Lo ha annunciato l’Osservatorio Siriano per i diritti umani, specificando come il numero delle vittime potrebbe salire a causa della presenza di feriti gravi e dispersi sotto le macerie.

 

L’appello del Papa – “Mi appello ai responsabili, implorando con tutta la mia forza, affinché si provveda a un immediato cessate il fuoco – ha detto Papa Francesco dopo l’udienza generale in Piazza San Pietro – così si potrà consentire all’evacuazione dei civili, soprattutto dei bambini, ancora intrappolati sotto i bombardamenti”.

 

 

Distrutta una scuola – Gli scontri non hanno risparmiato nemmeno le scuole: martedì un bombardamento ha colpito un istituto a Daraa, città del sud della Siria contesa tra le forze ribelli e le truppe di Assad. Cinque bambini hanno perso la vita. 

 

Nuovi incontri per la pace  - Gli Stati Uniti e la Russia terranno colloqui tra i ministeri degli Esteri per considerare “ulteriori mosse per creare le condizioni per la soluzione della crisi siriana”. Gli incontri si terranno a Losanna il 15 ottobre alla presenza di John Kerry e Sergei Lavrov:  con loro saranno presenti i diplomatici di Iran, Turchia, Arabia Saudita e forse Qatar

Leggi tutto