Chemnitz, arrestato sospetto terrorista: bloccato da due connazionali

1' di lettura

Fermato Jaber Albakr, siriano di 22 anni. La cattura grazie a due profughi: uno ha chiamato la polizia, l'altro lo ha legato al divano con una corda. A casa del presunto attentatore trovato il tipo di esplosivo usato negli attentati di Parigi e Bruxelles. Il ministro dell'Interno: "Progettava attacchi simili"

E' stato catturato Jaber Albakr, siriano di 22 anni sospettato di voler compiere un attentato terroristico in Germania. Lo rende noto la polizia tedesca in un tweet: "Stanchi ma felici, abbiamo catturato il sospetto terrorista ieri sera a Lipsia".

 

 

Catturato sospettato - Le forze dell'ordine tedesche erano sulle tracce di Albakr dopo che il profugo siriano era sfuggito alla cattura sabato nella vicina città di Chemnitz. Diverse centinaia di grammi di esplosivi "altamente volatili" erano stati trovati presso la sua proprietà. 

 

La cattura  - Secondo quanto riferisce lo Spiegel online, il 22enne è stato arrestato nell'appartamento di un suo connazionale nel quartiere Paunsdorf di Lipsia. Nella sua fuga attraverso la Germania, aveva raggiunto la stazione centrale di Lipsia, dove aveva chiesto ospitalità a un suo connazionale. Quest'ultimo, sempre secondo lo Spiegel, lo aveva portato a casa ma, avendolo riconosciuto, lo avrebbe segnalato alla polizia. Quando gli agenti hanno raggiunto l’appartamento hanno trovato il 22enne già legato.

Polizia conferma legami con l'Isis - Secondo il capo della polizia sassone Joerg Michaelis ci sarebbe un nesso tra l'arrestato è l'Isis. Una connessione in tal senso era già stata segnalata all'agenzia Dpa che citava "ambienti della sicurezza". Michaelis ha poi confermato che a casa del siriano è stato trovato dell'esplosivo probabilmente di tipo Tatp, simile a quello usato negli attentati di Parigi e Bruxelles. Albakr era stato accolto in Germania come profugo 19 febbraio 2015 e riconosciuto come tale a giugno dopo. Lo precisato il ministro dell'Interno sassone Markus Ulbig aggiungendo che anche "il secondo complice, Khalil A.", 23 anni, arrestato l'altro ieri nella stazione di Chemnitz è un profugo, registrato in Germania il 25 novembre scorso.

 

Ministro dell'Interno: "Progettava attentato in stile Parigi" - Il ministro dell'Interno tedesco De Maiziere ha spiegato che Albakr progettava un attentato in Germania sullo stile proprio di quelli di Parigi e Bruxelles. Il caso, ha detto ancora il ministro, come riferisce l'agenzia Dpa, dimostra inoltre la "immutata situazione di minaccia da parte del terrorismo internazionale" in Germania. De Maiziere ha aggiunto però che "le nostre autorità di sicurezza sono molto vigili".

Leggi tutto