Florida, paura per l'uragano Matthew. Obama: "Evacuate subito"

1' di lettura

Fino a questo momento la tempesta ha ucciso 39 persone, il numero maggiore delle vittime si è registrato ad Haiti

Il presidente americano Barack Obama lancia l'ennesimo appello alle popolazioni della Florida che si apprestano ad essere colpite in giornata dall'uragano Matthew: "Prendete la situazione seriamente ed evacuate senza esitare". Le parole del presidente sono state riportate in conferenza stampa dal capo della protezione civile Craig Fugate. L'uragano dovrebbe riacquistare potenza una volta toccata terra negli Usa e passare di nuovo alla categoria 4. Le compagnie aeree hanno cancellato un totale di 1.594 voli fino a domani. Gli aeroporti più colpiti sono quelli di Miami, Fort Lauderdale e Orlando. Sono 39 le vittime finora accertate secondo fonti ufficiali, ma il bilancio è provvisorio.

 

Paura e devastazione- Ad Haiti si contano oltre 14mila sfollati in un Paese che ancora fatica a riprendersi dal devastante terremoto del 2010, in cui morirono oltre 220mila persone. Per i soccorritori, il bilancio delle vittime ad Haiti potrebbe essere più alto: molte persone si sono rifiutate di lasciare le proprie case, nonostante i numerosi appelli delle autorità locali. anche il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, ha "espresso la sua solidarietà" al popolo e ai governi di Haiti, Cuba e degli altri paesi dei Caraibi colpiti dall'uragano Matthew. In una nota, ha assicurato che "le Nazioni Unite sono in contatto con le autorità della regione, e sono pronte ad assistere i Paesi, se necessario". Il pericolo maggiore adesso sono le epidemie a causa delle acque contaminate.

 

Data ultima modifica 06 ottobre 2016 ore 15:24

Leggi tutto