Rosetta, missione compiuta: la sonda è atterrata sulla cometa

1' di lettura

Conclusa la missione spaziale, la sonda dell'Esa si è spenta per sempre dopo l'impatto

Sono trascorsi 12 anni, 6 mesi e 28 giorni dal lancio di Rosetta (2 marzo 2004) dalla base spaziale di Kourou (Guiana Francese). Oggi la sua avventura si è conclusa. Poco dopo le ore 13 italiane la sonda ha toccato il suolo della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko. E subito, come previsto, il computer di bordo e tutti gli strumenti si sono spenti.
La sonda dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) ha sfrecciato per oltre 10 anni attraverso il Sistema Solare e nel novembre 2014 si è avvicinata alla cometa 67P, rilasciando il piccolo il piccolo lander Philae, il primo veicolo mai posato su una cometa. Ripercorriamo la storia della missione con l’astronauta Luca Parmitano.

 

 


 

 

 

 

 

È la prima volta che una sonda tocca da vicino una cometa - Questo atterraggio infatti non era previsto nei piani iniziali della missione ed è stato reso possibile dallo straordinario successo dell'impresa, al punto da essere quasi "obbligato". La cometa si sta allontanando dal Sole (tornerà tra circa 6 anni) e presto la strumentazione di Rosetta sarà inutilizzabile, compromessa dalle basse temperature e dalla mancanza di energia per via della lontananza dal Sole. Il divulgatore scientifico Adrian Fartade spiega nel dettaglio cosa accade oggi.

 

 


 

 

 

Tutti i numeri di Rosetta- Dal lancio a oggi ha compiuto quasi 8 miliardi di chilometri nello spazio durante i quali ha fornito molti  dati importanti per gli scienziati, tra cui:

- 21.000 osservazioni scientifiche

- più di 16.650 fotografie
- ha raccolto oltre 218 gigabite di dati
- ha sorvolato due asteroidi, Marte e infine la cometa 67P
- per la prima volta è stato fatto scendere una navicella su una cometa (adesso saranno due)
- 2.438 "contatti" con il centro di controllo dell'Esa, che ha comunicato con la sonda per quasi 15.000 ore.
- 67P è la fusione di comete più piccole
- la presenza di una grande quantità di molecole organiche, tra le quali la glicina (un aminoacido)
- la natura porosa della cometa

 

Data ultima modifica 30 settembre 2016 ore 13:37

Leggi tutto