Naufragio in Egitto, oltre 40 morti. "A bordo 600 migranti". 4 arresti

1' di lettura

Il ministero della Salute del Cairo fa sapere che finora sono stati recuperati 42 corpi, mentre le persone tratte in salvo sarebbero 163. L'imbarcazione era diretta in Italia

Oltre 40 morti, ma si temono centinaia di dispersi. Sono le conseguenze di un nuovo naufragio, avvenuto nelle scorse ore al largo delle coste egiziane. Un barcone stracarico di migranti, forse oltre 600, è naufragato mentre cercava di raggiungere l’Italia.

Molti dispersi - "Sono almeno 42 i corpi recuperati finora", ha fatto sapere il ministero della Salute egiziano, mentre quelli tratti in salvo sono 163, ha aggiunto l'agenzia di stampa Mena. Il resto delle 600 persone a bordo - cifra fornita dai media statali egiziani - sarebbero dispersi. 

Fermati 4 membri dell'equipaggio - La procura generale di Damanhour nel Delta del Nilo ha ordinato l'arresto nei confronti di 4 membri dell'equipaggio dell'imbarcazione. Lo riferiscono fonti giudiziarie precisando che nei loro confronti è scattata la misura cautelare in carcere per 4 giorni in attesa degli esiti delle indagini. Secondo l'ultimo bilancio "42 persone sono morte, mentre 163 sono quelle tratte in salvo finora". Sul barcone - secondo la Mena - vi erano "600 migranti".  

Il precedente
- Se i numeri dovessero essere confermati si tratterebbe di una delle più grandi tragedie degli ultimi mesi, paragonabile a quella avvenuta a giugno al largo di Creta con oltre 300 vittime.

Data ultima modifica 22 settembre 2016 ore 12:38

Leggi tutto