Nizza: otto nuovi fermi per l'attentato del 14 luglio

1' di lettura

Secondo fonti giudiziarie si tratta di uomini di nazionalità francese e tunisina che erano in contatto con l'attentatore Mohamed Lahouaiej-Bouhlel. TUTTE LE FOTO - I VIDEO

Altre otto persone sono state fermate nell'ambito dell'inchiesta sull'attentato del 14 luglio a Nizza. Gli otto individui sono stati arrestati nella notte tra ieri e oggi tra Nizza e i comuni di Saint-Laurent-du-Var e Cagnes-sur-Mer nel dipartimento Alpes-Maritimes. "Si tratta di conoscenti dell'autore dei fatti. Sono posti in stato di fermo, stiamo facendo delle verifiche. Si tratta di uomini di nazionalità francese e tunisina", ha detto una fonte giudiziaria citata da RTL. 

 

I fermati sarebbero stati dunque tutti in contatto con l'autore della strage Mohamed Lahouaiej-Bouhlel, il tunisino 31enne che alla guida di un camion si è lanciato contro la folla sulla Promenade des  Anglais, uccidendo 86 persone, tra cui sei italiani, e ferendone più di 400. Un attacco rivendicato dallo Stato islamico e per il quale sei persone sono state già incriminate.

 

Leggi tutto