Usa 2016, Clinton: "Polmonite? Non pensavo sarebbe stato un problema"

1' di lettura

La salute della candidata democratica ancora al centro del dibattito politico americano

Hillary Clinton non ha rivelato immediatamente la diagnosi di polmonite in quanto non pensava "che sarebbe stato un grosso problema". Lo ha detto la stessa candidata democratica alla Cnn aggiungendo che riprenderà la campagna elettorale in un paio di giorni (LO SPECIALE ELEZIONI - I VIDEO).

 

L'ex segretario di Stato ha aggiunto di sentirsi meglio da quando ha avuto il malore alla cerimonia per l'anniversario dell'11 settembre, e di non avere mai perso conoscenza. La candidata democratica ha detto poi di non essere svenuta: "Avevo un senso di vertigine e ho perso l'equilibrio per un minuto. Ma ho subito superato il momento. Appena ho potuto sedermi e bere un po' d'acqua, immediatamente ho cominciato a stare meglio".

 

 

Più tardi, via Facebook, Hillary Clinton ha rassicurato i suoi sostenitori di "sentirsi bene e di stare migliorando", e ha aggiunto: "Come chiunque non sia mai stato a casa ammalata, sono ansiosa di tornare al lavoro".

Leggi tutto