Siria, accordo Usa-Russia: tregua da lunedì. Damasco accetta

1' di lettura

Nell'intesa concordate azioni aree contro i terroristi e il ritiro delle forze siriane dalla città di Aleppo per permettere gli aiuti umanitari

Stati Uniti e Russia hanno trovato venerdì sera a Ginevra un accordo sulla Siria per un cessate il fuoco che aiuti a portare il paese verso una transizione politica, anche attraverso una collaborazione militare sul campo.

L'accordo è stato raggiunto dopo una maratona negoziale di 13 ore. Se applicato, entrerà in vigore dal tramonto di lunedì. Per il segretario di stato Usa John Kerry segnerà un "punto di svolta". Il governo di Damasco ha dato il suo benestare.

 

Cosa prevede l'intesa - L'intesa è stata siglata a Ginevra dallo stesso Kerry e dal ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, presente l'inviato Onu Staffan De Mistura.

Usa e Russia hanno concordato azioni aeree contro i terroristi, che scatteranno a patto che Mosca e il regime di Assad rispettino la tregua per almeno sette giorni.

Ci sarà anche il ritiro delle forze siriane dalla città di Aleppo, per permettere l'accesso degli aiuti umanitari. Lavrov assicura che "il governo di Assad è stato informato dell'accordo e che è pronto a rispettarlo". Per De Mistura l'accordo di Ginevra è "una finestra che apre opportunità".

 

Governo Damasco dice sì - Il governo di Damasco ha accettato l'accordo di cessate il fuoco a partire da lunedì sera. L'ufficialità è arrivata dall'agenzia ufficiale Sana, che ha precisato come l'intesa tra Usa e Russia "è stata raggiunta con l'approvazione del governo siriano".

Leggi tutto