Burkini, divieto sospeso anche a Nizza: le donne potranno indossarlo

1' di lettura

La decisione del tribunale amministrativo, in conformità con quanto stabilito dal Consiglio di Stato, sospende l’ordinanza del sindaco che vietava il costume integrale per motivi di ordine pubblico

Sulle spiagge di Nizza le donne potranno tornare a indossare il burkini. Il tribunale amministrativo di Nizza, in conformità con quanto stabilito la scorsa settimana dal Consiglio di Stato, ha infatti sospeso l'ordinanza del sindaco, firmata lo scorso 19 agosto, che vietava il costume integrale per 'motivi di ordine pubblico', dopo la strage sulla promenade des Anglais del 14 luglio.

Secondo la Lega dei diritti dell'Uomo e il Collettivo contro l'islamofobia in Francia - si legge su 'Le Figaro' - il tribunale ha ritenuto che non ci sono elementi che avvalorino tali rischi.

Nei giorni scorsi, sempre come conseguenza della decisione del Consiglio di Stato, diverse altre ordinanze municipali che vietavano l'uso di burkini sono state sospese. Ieri, ad esempio, è successo a Tolone, nel sud della Francia. Alcuni sindaci hanno però affermato di non essere intenzionati a smettere di applicare i loro provvedimenti.

 

Sul tema è intervenuta due giorni fa anche l’Onu. L'Alto commissariato Onu per i diritti umani ha infatti attaccato il divieto del burkini in spiaggia perché “discrimina” i musulmani, accogliendo con favore la decisione del Consiglio di Stato di bloccare l'introduzione del divieto. “Questi decreti – ha spiegato - non rafforzano la sicurezza ma, al contrario, alimentano intolleranza religiosa e discriminazione. La parità di genere non si ottiene regolamentando i vestiti che le donne decidono di portare”.

Leggi tutto
Prossimo articolo