Bruxelles: esplosione all'istituto di criminologia, nessun ferito

1' di lettura

Un'auto ha forzato l'entrata nel parcheggio poco prima delle 2:30, poi i laboratori hanno preso fuoco per un attacco incendiario. La Procura: "Non è terrorismo". Cinque persone interrogate e poi rilasciate dalla polizia

Sono state rimesse in libertà cinque sospetti fermati per l'esplosione nei pressi dell'Istituto nazionale di criminologia a Neder-Over-Heembeek, nella regione di Bruxelles. Le autorità hanno escluso la matrice terroristica e ipotizzano un tentativo di "cancellare elementi di prova" a carico di qualcuno.

 

L'attacco al principale centro di ricerca della giustizia, in Belgio, non ha causato feriti perché nessuno era sul posto a quell'ora, ma ha provocato ingenti danni. L'esplosione, secondo l'emittente Rtl, è avvenuta nel cuore della notte, poco prima delle 02:30: un veicolo, usato come un ariete ha superato tre recinzioni e si è fermato nel parcheggio dell'Istituto, dove è stata fatta esplodere una bomba.

 

Uno dei laboratori ha preso fuoco e sono dovuti accorrere i pompieri per spegnere l'incendio. Qualche ora dopo si è capito che l'incendio non sarebbe stato causato dall'esplosione: qualcuno ha dato fuoco
al laboratorio e poi al veicolo.

 

"L'ipotesi di un atto terroristico non è confermata in questa fase: è evidente che molte persone potrebbero avere interesse dall'eliminazione di prove", hanno spiegato i pubblici ministeri nel corso di una conferenza stampa a metà mattina.  

 

Leggi tutto