Getty Images
1' di lettura

Bombardieri Tu-22M3 e Su-34 decollano dall'aerodromo Hamadan. Nuovo appello del califfato ai “lupi solitari”: attaccate Europa e Usa. Onu, Aleppo rischia catastrofe senza precedenti 

Si rafforza l'asse Iran-Russia nella guerra in Siria: con una decisione senza precedenti dalla rivoluzione del 1979, Teheran ha concesso l'uso di una sua base ai bombardieri di Mosca.

La scelta di far decollare bombardieri Tu-22M3 e Su-34 dall'aerodromo Hamadan, come spiega l'ammiraglio russo Vladimir Komoedov, capo della Commissione Duma per la Difesa, è stata presa perché la minore distanza tra l’Iran e la Siria consente notevoli risparmi anche economici rispetto all'impiego fatto finora delle basi nel sud della Russia. La decisione però potrebbe significare anche un'intensificazione dei bombardamenti in Siria.

 

Ong: uccisi 33 civili -  L’Osservatorio siriano per i diritti umani denuncia infatti che nella sola giornata del 16 agosto i bombardamenti sui quartieri orientali di Aleppo hanno ucciso 33 civili, tra cui tre bambini. La ong però non ha saputo precisare se siano stati caccia russi o aerei del regime siriano ad aver "colpito le zone di Sakhur e Tariq al Bab – ormai in mano ai ribelli - e causato il ferimento di decine di persone, alcune in modo grave".

 

Aleppo -  La città di Aleppo resta dunque l’osservata speciale. L’obiettivo è quello di allentare la tensione nella città martoriata dalla guerra e per questo motivo Mosca sarebbe al lavoro per stringere un’intesa con Washington circa il lancio di operazioni congiunte in quella che è soprannominata la “capitale del Nord”. La reazione degli Usa, però, al momento è molto prudente e fredda.

 

L’inviato di Sky News nella città bombardata: VIDEO

 

 

 

Onu, Aleppo rischia catastrofe senza precedenti - Ad Aleppo, inoltre, “c’è rischio di una "catastrofe umanitaria senza precedenti". A lanciare l'allarme è il segretario generale Onu Ban Ki-moon nell'ultimo rapporto al Consiglio di Sicurezza. Ban esorta Usa e Russia a raggiungere rapidamente un accordo per il cessate il fuoco e denuncia che per conquistare il territorio "vengono condotti attacchi indiscriminati nelle aree residenziali, anche attraverso l'uso di bombe a botte, nei quali rimangono uccisi centinaia di civili, tra cui decine di bambini".

 

Appello Daesh ai lupi solitari – Intanto, lo Stato islamico, riferisce Site, il sito Usa di monitoraggio del terrorismo sul web, si appella ai lupi solitari in America e in Europa, Italia compresa, affinché attacchino 'i miscredenti'. 

Leggi tutto