Boko Haram, nuovo video con studentesse rapite: "Sono ancora nostre"

1' di lettura

Il gruppo terroristico nigeriano chiede il rilascio di alcuni suoi combattenti in cambio della liberazione delle ragazze sequestrate nell'aprile 2014

Boko Haram ha diffuso un nuovo video in cui si vedrebbero le studentesse nigeriane rapite nell'aprile 2014. Nelle immagini, che mostrano circa 50 ragazze velate dietro un combattente del gruppo, si chiede il rilascio di alcuni combattenti in cambio della liberazione delle giovani.

 

Si tratta del terzo video di Boko Haram sulle ragazze rapite a Chibok. Al momento si ritiene che delle 276 ragazze sequestrate siano 219 quelle ancora nelle mani del gruppo terroristico.

 

Le richieste dei miliziani - Il video si apre con la ripresa di un uomo che  parla a volto coperto, un miliziano armato che si rivolge direttamente alla telecamera per chiedere la liberazione dei combattenti catturati. L'uomo afferma che alcune delle giovani sono state ferite, alcune in modo grave, e che 40 di loro sono state  date in spose.

 

"Le nostre richieste restano le stesse", prosegue. "Vogliamo che il governo rilasci i nostri combattenti che sono detenuti da un'eternità, altrimenti non lasceremo mai libere le  ragazze". Poi interviene una delle giovani, che dice il proprio nome e cognome, e che implora le famiglie "di parlare con il governo per fare in modo che possiamo tornare a casa". In secondo piano si vede un'altra ragazza con un neonato.

Leggi tutto