Francia, il sindaco di Cannes vieta il burkini in spiaggia

Una ragazza in burkini (archivio Ansa)
1' di lettura

È il costume, usato da alcune donne musulmane, che copre integralmente corpo e capelli. Per il primo cittadino è "ostentazione dell'appartenenza religiosa" e potrebbe creare "problemi all'ordine pubblico"

Niente burkini sulle spiagge di Cannes: il sindaco della cittadina francese, David Lisnard, ha vietato con un'ordinanza di portare il costume femminile islamico che copre dalla testa ai piedi.

 

Per il primo cittadino, infatti, questa "ostentazione dell'appartenenza religiosa" in un momento in cui "la Francia e i luoghi di culto sono nel mirino degli attacchi terroristici" potrebbe "creare rischi di problemi all'ordine pubblico".

 

Con un'ordinanza stilata alla fine di luglio e ora ufficialmente in vigore, il sindaco di centrodestra ha quindi ordinato che "l'accesso alle spiagge e al mare sia interdetto a tutte le persone che non hanno una tenuta adeguata, rispettosa delle buone usanze e della laicità, delle regole igieniche e della sicurezza dei bagnanti".

Pena: 38 euro di multa.

 

La misura, ha precisato il direttore generale dei servizi di Cannes, Thierry Migoule, non si applica ai segni religiosi ma "agli abbigliamenti ostentati che fanno riferimento a un'alleanza a dei movimento terroristici che ci fanno la guerra".

Finora, ha aggiunto, non sono stati avvistati burkini sulle spiagge.

  

 

Leggi tutto