Germania, arrestato 15enne: pianificava attacco. Esplosione a Zirndorf

1' di lettura

Lo scoppio è stato provocato da una valigia contenente bombolette spray

Altra giornata di tensione in Germania dove resta alta l'allerta antiterrorismo. Un 15enne è stato arrestato a Ludwigsburg, nel sud-ovest del Paese. Nella sua casa sono stati trovati proiettili, coltelli, piante della sua scuola e prodotti chimici e istruzioni per la fabbricazione di esplosivi. Nelle stesse ore una valigia piena di bombolette spray ha preso fuoco a Zindorf, piccolo centro nei pressi di Norimberga, a 200 metri da un centro di prima accoglienza per rifugiati. Il ministero degli Interni ha confermato che "non ci sono stati feriti, né danni alle cose" e che "in nessun momento vi è stato pericolo per le persone".

 

Arrestato 15enne - Secondo quanto riferito dalla procura di Stoccarda e dalla polizia di Ludwigsburg, il 15enne arrestato “aveva pubblicato foto e disegni che facevano pensare a un possibile attacco". Il ragazzino ha confessato di aver pensato ad un attacco dopo essere stato vittima di bullismo, ma ha assicurato di aver già desistito. Il giovane è stato ricoverato in un centro psichiatrico.

 

 

Esplosione a Zirndorf – A Zirndorf invece si cercano un uomo di circa 30 anni e una donna di circa 25 anni, che potrebbero essere i proprietari della valigia esplosa. I fatti sono avvenuti a circa 150 metri da uno stabile che ospita sia un centro di accoglienza per profughi sia la sede locale dell'Ufficio Federale per l'Immigrazione. Gli agenti hanno ritrovato la valigia in fiamme in una stradina adiacente una colonia di piccole casette con giardino (i tipici Kleingaerten che i tedeschi utilizzano come rifugi di vacanza cittadini ma nei quali non si può trascorrere la notte). Il luogo dove è avvenuto lo scoppio si trova anche nelle vicinanze di una sede dell'ufficio federale dell'immigrazione (Bamf) e del posto di polizia di Zindorf, circostanza che ha favorito il rapido intervento delle forze dell'ordine.

Data ultima modifica 27 luglio 2016 ore 19:47

Leggi tutto