Germania, rifugiato uccide donna con machete. Esclusa pista terrorismo

1' di lettura

E' avvenuto a Reutlingen, nel sud del Paese. Ferite altre due persone. La polizia: “Nessun elemento per parlare di terrorismo”

Sarebbe un litigio la causa dell'assalto a colpi di machete che è costato la vita ad una donna: il killer è un rifugiato siriano di 21 anni, e l'omicidio è avvenuto nella città tedesca di Reutlingen. Secondo quanto riportato dalla polizia, l'uomo che è stato arrestato aveva avuto un litigio con la donna, poi l'ha ammazzata con il machete prima di ferire un'altra donna e un uomo. "Allo stato attuale delle indagini, non disponiamo di alcun elemento che indichi possa trattarsi di un attentato terroristico". E' quanto si legge in una nota della polizia.

 

 

 

 

"L'omicida - ha riferito sempre la polizia - ha agito da solo, così crediamo che gli abitanti di Reulingen e dei dintorni non corrano probabilmente alcun pericolo". In città, intanto, non sono mancate scene di panico così come riferisce una tv locale, dopo il massacro di 9 persone accaduto venerdì scorso a Monaco di Baviera ad opera di un 18enne sociopatico.

 

Leggi tutto