Cruz non appoggia Trump. Frase choc consigliere: “Hillary da fucilare”

1' di lettura

Bufera su un consigliere del candidato repubblicano. Ancora proteste e arresti a Cleveland durante la convention: due agenti feriti e 17 persone fermate

Nel terzo giorno della convention di Cleveland il senatore texano di origini cubane Ted Cruz non dà il suo endorsement a Trump (LO SPECIALE ELEZIONI).. "Votate secondo coscienza", ha dichiarato guadagnandosi i fischi di molti delegati, soprattutto dello stato di New York. "Meritiamo leader che si battono per i principi, che ci uniscono dietro valori comuni e che mettono da parte l'odio a favore dell'amore. Questo è lo standard che ci meritiamo", è stato il monito del senatore texano.

"Non è un grosso problema" scrive via Twitter Donald Trump. Il senatore del Texas è stato contestato e fischiato sul palco perché "non ha onorato l'impegno" a sostenere il candidato nominato, ha osservato il magnate immobiliare. "Avevo visto il suo discorso due ore prima - ha aggiunto - ma l'ho fatto parlare lo stesso".

 



 

 

"Papà sei un eroe" - Il tycoon si commuove alle parole del figlio Eric che lo definisce il suo eroe. "Papà sei il mio eroe,  il mio migliore amico e il prossimo presidente degli Stati Uniti” dice dal palco della convention repubblicana di Cleveland. Parole che fanno commuovere il padre Donald, con le telecamere che lo colgono visibilmente emozionato mentre si alza anche lui ad applaudire.

 



 

Arresti e proteste - Ancora tensioni ieri a Cleveland, dove stasera si chiude la convention. Due agenti feriti e 17 arresti nelle manifestazioni. E intanto in un'intervista Trump afferma che se eletto non farebbe pressioni su paesi autoritari come la Turchia, ne' interverrebbe automaticamente a un attacco della Russia contro alleati Nato.

 

Bufera su frase choc consigliere "Hillary da fucilare" - Ed è bufera intanto sul consigliere del candidato repubblicano che vorrebbe "fucilare Hillary per tradimento".  “Dovrebbe essere portata davanti ad un plotone di esecuzione e fucilata per alto tradimento" ha detto ad una radio di Boston Al Baldasaro, deputato del New Hempshire, membro della coalizione dei veterani  che sostengono Trump e delegato del candidato repubblicano alla convention di Cleveland. Il portavoce dei servizi segreti americani, Robert Hoback, ha confermato che è stato aperto un dossier e che il consigliere è ora indagato, mentre Hope Hicks, un portavoce della campagna di Trump, ha  precisato che il candidato Gop alla presidenza non condivide le sue dichiarazioni.

Leggi tutto