1' di lettura

In un messaggio alla nazione il presidente francese: "Ci attaccano il 14 luglio perché i terroristi negano i diritti fondamentali". Il ministro degli Interni Cazneuve: "Siamo in guerra"

"La Francia è afflitta, inorridita da questa tragedia, questa mostruosità" ma "la Francia è forte e sarà sempre più forte dei fanatici che oggi vogliono colpirla". Con queste parole il presidente francese Francois Hollande ha commentato la strage di Nizza (il liveblog - le foto) in un messaggio alla nazione dopo un vertice con il premier Manuel Valls. Un attacco, "di cui non si può negare il carattere terroristico" ha specificato Hollande, aggiungendo che "lo stato di emergenza che doveva terminare il 26 luglio sarà prolungato di tre mesi". "Siamo stati colpiti il 14 luglio, giorno di Festa Nazionale e simbolo della libertà, perché i fondamentalisti negano i diritti fondamentali" ha poi aggiunto, annunciando che "rafforzeremo le operazioni" contro i terroristi dell'Isis "in Siria e in Iraq e contro chi ci attacca nel nostro territorio", aggiungendo: "Nulla ci farà cedere nella nostra volontà di lottare contro il terrorismo".

Hollande: "Tutta la Francia è minacciata"
- Il camion che si è scagliato contro la folla a Nizza, uccidendo 80 persone, "aveva l'intenzione di uccidere, schiacciare e massacrare"  ha detto il presidente francese, denunciando la "violenza assoluta" della strage. Il presidente francese ha spiegato inoltre che tra le vittime ci sarebbero anche molti bambini. "Dobbiamo fare di tutto per lottare contro questo flagello", ha continuato il presidente, visibilmente commosso. Il capo dello Stato ha quindi rivolto un messaggio di "solidarietà alle vittime e alle loro famiglie". Dopo gli attentati parigini del gennaio 2015 e del 13 novembre scorso ora viene "colpita Nizza. Tutta la Francia è sotto la minaccia del terrorismo islamico. In queste circostanze serve vigilanza assoluta e una determinazione senza fine", ha concluso.

Cazneuve: "Siamo in guerra"
- Il ministro dell'Interno Cazneuve, che ha raggiunto nella notte Nizza, ha detto che "serve massima vigilanza perché siamo in una guerra con dei terroristi che vogliono colpirci ad ogni costo e in modo estremamente violento". Cazneuve ha poi dato il bilancio della strage: "80 persone sono morte, 18 sono in stato d'urgenza assoluta".


Leggi tutto