Attacco Isis a Dacca, almeno 20 morti: 9 italiani tra le vittime

1' di lettura

Nel blitz delle forze speciali sono stati liberati 13 ostaggi. Tra coloro che hanno perso la vita anche 7 cittadini giapponesi

Sono 9 gli italiani uccisi nell'assalto jihadista all'Holey Artisan Bakery di Dacca, in Bangladesh. Il bilancio è di venti ostaggi morti e tra questi "nove sono le vittime italiane accertate", ha confermato il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni (la ricostruzione dell'attacco)

 

La Farnesina ha diffuso i nomi dei 9 italiani che hanno perso la vita a Dacca. Si tratta di  Adele Puglisi, Marco Tondat, Claudia Maria D'Antona, Nadia Benedetti, Vincenzo D'Allestro, Maria Riboli, Cristian Rossi, Claudio Cappelli e Simona Monti. Il ministro Gentiloni ha precisato che "le famiglie sono state avvertite". E' stato invece accertato che un decimo connazionale, che si temeva fosse nel ristorante, al momento dell'attacco era in un altro luogo.

 

 

"Un velivolo della Presidenza è in volo verso Dacca", ha detto il premier Matteo Renzi spiegando che "L'Italia non arretra davanti al terrore". Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha deciso di interrompere la sua visita in America Latina e "di tornare in Italia per partecipare al lutto della nazione e rendere omaggio alle vittime". Le salme delle vittime italiane saranno rimpatriate a metà della prossima settimana.

 

 

"Molti sono stati uccisi dagli assalitori con lame affilate", ha riferito l'esercito dopo una notte di terrore. Chi sapeva recitare versi del Corano sarebbe stato risparmiato dai jihadisti, gli altri sono stati torturati, ha raccontato uno degli ostaggi tratti in salvo dall'Holey Artisan Bakery.

 

La premier bengalese Hasina (VIDEO) ha riferito che un terrorista, ferito, è stato arrestato, aggiungendo che 13 ostaggi sono stati liberati e sei assalitori sono stati uccisi nel blitz. "E' stato un atto odioso. Il mio governo è determinato a sradicare il terrorismo". Fonti ufficiali riferiscono anche della morte di due poliziotti. Quattro degli ostaggi liberati sarebbero stranieri. Hasina ha anche annunciato due giorni di lutto nazionale per le vittime di Dacca.

 

FOTO

 

 

 

La maggior parte delle vittime dell'attacco di Dacca erano italiani e giapponesi. Le autorità di Tokyo hanno confermato che sono sette i giapponesi uccisi, cinque uomini e due donne. Tra le vittime anche un cittadino indiano e uno statunitense.

 

 

 

 

La rivendicazione Isis - Un sito legato all'Isis, Amaq, che aveva già pubblicato la rivendicazione del Califfato, ha diffuso foto di presunte vittime all'interno del ristorante: cinque o sei cadaveri di donne e uomini per terra, in pozze di sangue, fra i tavoli con ancora i resti della cena. L'attacco delle teste di cuoio è durato una decina di minuti, durante i quali si sono sentiti spari ed esplosioni. Gli ostaggi soccorsi sono stati portati in ospedale.

 

La mappa: il locale dell'attacco si trova a poca distanza dall'ambasciata italiana:

 

 

 

Data ultima modifica 02 luglio 2016 ore 20:15

Leggi tutto