Usa 2016, Sanders: "Votate Clinton". Ma i suoi lo fischiano

1' di lettura

Contestazioni per l'endorsement del rivale dell'ex first lady alle primarie democratiche, mentre prende al via la convention democratica. L'Fbi apre un'indagine per un altro scandalo email

La priorità assoluta è sconfiggere Donald Trump eleggendo Hillary Clinton e Tim Kaine: lo ha detto Bernie Sanders parlando ai suoi delegati della convention di Filadelfia e scatenando la loro ira, manifestatasi con fischi e con un'aperta contestazione.

Le frasi di Sanders arrivano mentre prende il via a Filadelfia la Convention democratica di Hillary Clinton. Uno show turbato dall'ultimo sondaggio della Cnn che, per la prima volta, vede il sorpasso di Trump (48% a 45%). Per il 68%, Hillary non è onesta né affidabile. Un appello all'unità arriverà dal discorso di Michelle Obama.  

 

 

L'inchiesta dell'Fbi - Intanto la Fbi ha aperto un'indagine su un cyberattacco contro il Partito Democratico. L'indagine della Fbi riguarda le mail interne, che riguarderebbero i presunti tentativi di danneggiare la campagna di Bernie Sanders. L'Fbi indaga "per determinare la natura e lo scopo del cyberattacco". Wikileaks nel weekend ha reso pubbliche 20mila email di sette comitati democratici scritte tra gennaio 2015 e maggio 2016. Secondo alcuni esperti, il cyberattacco sarebbe partito da alcuni esponenti dello Stato russo, allo scopo di aiutare la corsa di Donald Trump.

 

Leggi tutto