Attentato Istanbul, sale numero vittime. Blitz in covi Isis: 13 fermi

1' di lettura

Identificati i tre kamikaze: sarebbero caucasici. Ieri raid Usa a Falluja (Iraq): uccisi 150 combattenti dello Stato islamico

La polizia turca ha compiuto all'alba diversi blitz in covi di sospetti militanti dell'Isis a Istanbul, dopo l'attacco all'aeroporto internazionale Ataturk. Tredici persone sono state arrestate, tra cui tre stranieri. Intanto sale il bilancio delle vittime (sono 44 i morti dell'attacco), mentre fonti di polizia fanno sapere che sono stati identificati i tre kamikaze

Uccisi 2 jihadisti al confine siriano - Inoltre, l'esercito turco ha annunciato di aver ucciso sabato due presunti membri dell'Isis di nazionalità siriana, mentre cercavano di attraversare il confine con la Siria. Uno dei due era ricercato in Turchia perché sospettato di preparare attacchi kamikaze ad Ankara o ad Adana, nel sud del Paese.

 

Raid Usa a Falluja: uccisi 150 combattenti Isis -  Ieri raid Usa in Iraq hanno ucciso 150 combattenti dell'Isis vicino Falluja. Lo riporta la stampa Usa, sottolineando che negli attacchi sono stati distrutti 40 veicoli. La coalizione a guida Usa, ha detto l'inviato speciale americano per la Coalizione, uccide un leader Isis ogni tre giorni e dopo due anni i terroristi hanno perso il 47% del territorio in Iraq e il 20% in Siria.

 

Le mani dell'Isis dietro l'attentato - L’Isis è il primo sospettato dell’attentato allo scalo di Ataturk. Per la Cia la responsabilità dello Stato islamico è certa. "Ci sono i segni distintivi della depravazione dello Stato Islamico", ha detto Brennan al Council on Foreign Relations. Il numero uno della Cia John Brennan si dice poi "preoccupato" dalla possibilità che l'Isis stia pianificando negli Stati Uniti un attacco simile a quello all'aeroporto di Istanbul.

Anche le autorità turche continuano a puntare sulla pista Isis: "L'idea che sia stato Daesh" (l'Isis) a compiere l'attacco "si fa sempre più forte", ha detto ieri sera il premier turco, Binali Yildirim.

 

La dinamica dell'attentato

 


 

Leggi tutto