Brexit, Farage a Sky TG24: la Ue non può dirci cosa fare

1' di lettura

Il leader dell’Ukip loda il M5S: “Ha vinto a Roma criticando l’Euro”

E’ forte il pressing della Ue sulla Gran Bretagna affinché avvii presto la procedura di uscita dall'Unione (LO SPECIALE). Uno scenario fortemente voluto dall’Ukip di Nigel Farage – partito simbolo del referendum sulla Brexit - che, però, proprio oggi ha respinto la risoluzione approvata dalla plenaria del Parlamento a Bruxelles per chiedere che "il divorzio" della Gb arrivi in tempi rapidi (CRONACA DELLA GIORNATA).  

 

E il perché il leader degli euroscettici lo spiega ai microfoni di Sky TG24: "La Ue non può dirci cosa dobbiamo fare" afferma senza giri di parole.

 

 

Farage: Ue non può dirci cosa dobbiamo fare  - Quanto ai tempi di attivazione dell’articolo 50 del Trattato spiega: “Sembra si debba attendere sino a settembre od ottobre; ecco, questo è sbagliato. Sono raramente d’accordo con l’Europa e con Juncker -  aggiunge -  ma il Regno Unito deve insediare un team per iniziare i negoziati”.

 

 

"Il M5s ha vinto criticando l'euro" - Interrogato poi sul Movimento 5 Stelle, suo alleato ma sfavorevole a promuovere in Italia un referendum come quello inglese, non ha dubbi: "Sono sicuro che alla fine arriveranno al mio stesso punto d'arrivo". Allo stesso tempo, però, plaude al Movimento: “A Roma -  dice -  hanno vinto criticando l’euro”.

Leggi tutto