Chi era Larossi Abballa, il killer dei poliziotti uccisi a Parigi

1' di lettura

Nato 25 anni fa a Mantes-la-Jolie, nella banlieue parigina. Si era radicalizzato su Internet e, nel 2013, era stato condannato per i suoi legami con una filiera jihadista

Nato 25 anni fa a Mantes-la-Jolie, nella banlieue parigina, Larossi Abballa, il killer che ha ucciso a coltellate una coppia di marito e moglie poliziotti prima di essere abbattuto dalle forze speciali (FOTO), ha un passato di piccolo delinquente fatto di furti, ricettazione e violenze. 

Condannato nel 2013 - Il terrorista era ben conosciuto dalla sicurezza francese. Nel 2013 Larossi Abballa era stato condannato a tre anni di carcere dal  tribunale correzionale di Parigi per partecipazione ad una filiera  jihadista fra la Francia e il Pakistan. Il suo nome compare inoltre in una indagine in corso su un'altra filiera jihadista, diretta verso la Siria.

“Voleva fare la jihad” - Intervistato su Le Figaro, il giudice Marc Trevidic che lo interrogò nel 2013 si ricorda molto bene di Abballa. Il caso coinvolgeva sei uomini, due dei quali si erano recati a Lahore, in Pakistan, per incontrare un emissario di al Qaeda. Abballa era però rimasto in Francia ed era considerato una figura minore. "Era un tizio come se ne vedono tanti nei dossier sugli islamisti, era imprevedibile, dissimulatore - ha raccontato il magistrato - voleva fare la jihad, questo è certo. Si era allenato in Francia, non militarmente, ma fisicamente. Tuttavia all'epoca, a parte le cattive frequentazioni e lo jogging per tenersi in forma, non vi era molto contro di lui sul piano penale".

Radicalizzato su Internet - All'epoca del processo, Abballa si era descritto come un ragazzo senz'arte né parte, radicalizzato su Internet. "Avevo bisogno  di riconoscimento, non lavoravo e mi avevano appena bocciato al Cap  (diploma professionale, ndr). Mi hanno cominciato a parlare di religione e mi ha confortato", aveva dichiarato, citato su le Monde. Il suo difensore Hervè Denis lo ha descritto su Le Parisien, come un giovane di "scarsa levatura e intelligenza media".  

L’ultimo periodo - Celibe, Abballa aveva apparentemente cercato di lanciarsi nel settore del fast food da consegnare a domicilio. Sulla sua pagina Facebook  c'era la pubblicità della sua impresa "Dr. Food 78", fondata nel gennaio 2015, con tanto di video anche su Snapchat. Ma il 20 aprile, la foto del suo profilo è stata sostituita da uno schermo nero. Ormai postava solo video complottisti e antisemiti.

Leggi tutto