Egyptair, smentito il ritrovamento delle scatole nere

1' di lettura

Accertata la presenza di fumo a bordo negli ultimi istanti prima della tragedia. Cbc News: proveniva dal motore

C'era del fumo a bordo dell'Airbus 320 dell'Egyptair inabissatosi nella notte tra il 18 e 19 maggio a nord di Alessandria d'Egitto dopo aver compiuto inspiegabili virate: è una delle poche certezze sul disastro aereo del volo Ms804 decollato da Parigi e mai arrivato al Cairo, anche se questo dettaglio per ora non basta a spiegare la morte delle 66 persone a bordo, né ad escludere o ad accreditare l'ipotesi terrorismo. Servono almeno le scatole nere, per ora introvabili nelle profondità di quel punto del Mediterraneo.

 

Le scatole nere - Fonti governative egiziane, citate dalla tv americana Cbs News, stamattina si erano sbilanciate a dire che erano state individuate, ma Egyptair in serata ha smentito ufficialmente sottolineando che le ricerche si svolgono su una superficie ampia ("supera le 40 miglia nautiche") e il mare in quel punto è "molto profondo": c'è quindi "bisogno di tempo e sforzi per captare i segnali emessi dalla scatola nera", anche se vengono impiegate "apparecchiature sofisticate di diversi paesi" impegnati nelle ricerche.

 

Sette segnali in tre minuti - A quanto si apprende, inoltre, nella cabina di pilotaggio del volo EgyptAir, prima di inabissarsi nelle acque a nord di Alessandria, sono risuonati sette segnali di avaria nel giro di tre minuti; il sistema di comunicazione Acars inviò in totale cinque messaggi automatici. Gli altri riguardavano problemi a un vetro riscaldato nella cabina di pilotaggio, problemi a un finestrino scorrevole dal lato del co-pilota, al pilota automatico e al sistemi di controllo del volo.

 

Trovati i resti in mare -  Nella ridda di ipotesi e controdeduzioni, di tragicamente concreto vi sono i rottami ed effetti personali di passeggeri affiorati in mare. 

 

 

Il primo audio - La Cnn intanto diffonde un primo, breve audio della conversazione tra il pilota e un controllore di volo. La conversazione sembra di routine, ma non è precisato a quale fase del volo risalga.


Leggi tutto