Manchester, il sindaco chiede un’inchiesta urgente

1' di lettura

L’oggetto che ha fatto scattare l'allarme era una finta bomba dimenticata dopo un’esercitazione

Polemiche in Gran Bretagna dopo  l'evacuazione di ieri allo stadio Old Trafford di Manchester dove era  in programma la partita per l'ultimo turno di Premier League tra lo United e il Bournemouth. L'ordigno sospetto, che ha spinto la polizia a lanciare l'allarme e a sospendere l'incontro, era in realtà un  "dispositivo da addestramento" dimenticato in una toilette dello  stadio da un'azienda privata durante una precedente esercitazione.

Chiesta un’inchiesta  -  Il sindaco della città metropolitana di  Manchester, Tony Lloyd, che è anche responsabile politico delle forze  di polizia della regione, ha chiesto un'inchiesta "urgente" per far  luce su quello che è stato definito un vero e proprio "fiasco". Il  finto ordigno è stato fatto brillare ieri dagli artificieri della polizia.

 

Il fiasco di Manchester -   L'incontro tra lo United e il Bournemouth è stato posticipato a domani sera alle 20. Il Manchester United rimborserà tutti i biglietti e consentirà l'ingresso gratuito allo stadio domani sera ai tifosi di entrambe le squadre in possesso del tagliando per  l'incontro di ieri. E' stimato che l'incidente costerà allo United 3  milioni di sterline.

Leggi tutto