Brennero, Vienna: "Nessun muro". In piazza gli anarchici

1' di lettura

"Se l'Italia fa i suoi compiti non ci sarà neanche bisogno dei controlli" ha detto il neoministro dell'Interno austriaco Sobotka

"Al Brennero non ci sarà nessun muro e il confine non verrà chiuso". A dirlo il neo ministro degli Interni austriaco Wolfgang Sobotka, a Merano per il congresso della Svp. "Se l'Italia fa i suoi compiti non ci sarà neanche bisogno dei controlli - ha aggiunto - se la Germania può controllare verso l'Austria, non si capisce perché l'Austria non possa fare lo stesso verso l'Italia". Sobotka ha ricordato inoltre il grande numero di richiedenti asilo accolti nel 2015 dall'Austria.


Il ministro ha anche assicurato il "pieno sostegno dell'Austria per il "piano Renzi" sui migranti. "Dobbiamo - ha detto - creare le infrastrutture e le misure necessarie in Libia e negli altri Paesi di partenza". "Auspico - ha aggiunto - che la commissione europea ci metta lo stesso impegno per l'emergenza migranti che ha dimostrato per questioni economiche". 

 

E al valico italo-austriaco del Brennero è attesa per il primo pomeriggio la manifestazione indetta dai movimenti anarchici per "abbattere le frontiere al Brennero e ovunque". Il Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica della Provincia di Bolzano si è riunito ieri in vista della manifestazione.

Leggi tutto