Obama: no a Brexit. Sindaco Londra attacca: "Ipocrita e mezzo kenyano"

1' di lettura

Polemiche per le parole rivolte al presidente degli Usa ("esempio dell'avversione ancestrale per l'impero britannico"): Per il labour sono "offensive e razziste”

La presa di posizione di Barack Obama contro la Brexit non è piaciuta al sindaco di Londra, Boris Johnson. Il sindaco conservatore della capitale ha definito l'appello pro Ue come ''incoerente, inconsistente e assolutamente ipocrita'' poiché gli Stati Uniti chiedono alla Gran Bretagna di restare nell'Ue ma non cederebbero mai il controllo di così tanta della loro democrazia come ha fatto il Regno Unito con Bruxelles.

 

Nel suo attacco polemico a Obama, il sindaco euroscettico è scivolato anche in un riferimento all'origine "in parte keniana" del leader Usa, scatenando forti polemiche.

Nel ricordare un episodio, per molti del tutto falso, in cui Obama avrebbe fatto rimuovere dallo Studio Ovale un busto di Churchill, Johnson ha detto che secondo qualcuno "è l'esempio dell'avversione ancestrale del presidente in parte keniano per l'impero britannico, di cui Churchill è stato uno dei più ferventi difensori".

 

Parole che hanno scatenato polemiche: “Offensive e razziste” le ha definite il Labour.

 

Leggi tutto