1' di lettura

Il presidente della commissione Ue al premier italiano: "Trovare mezzi innovativi per finanziare politiche migratorie"

Nel giorno del vertice dei ministri dell'Ue a Lussemburgo, il presidente del Consiglio Matteo Renzi incassa il sostegno del presidente della commissione Ue, Jean-Claude Juncker, all'iniziativa italiana del Migration Compact.  "Dear Prime Minister, caro Matteo ... Accolgo con grande favore la tua iniziativa che conferma l'esigenza di un approccio europeo al tema europeo delle migrazioni" ha infatti scritto il presidente della Commissione Europea in una lettera indirizzata al presidente del Consiglio italiano, riportata dal Corriere della Sera, in cui si dice pronto a lavorare su tutti i temi.
E rispetto al finanziamento del progetto di gestione dei migranti, Juncker pur senza scendere nei dettagli, non chiude alla proposta italiana di trovare risorse con l'emissione di eurobond


Juncker: "Trovare mezzi innovativi per finanziare Migration Compact" - Juncker concorda inoltre con il premier italiano sulla necessità di trovare "mezzi innovativi" per finanziare l'azione della Ue sul fronte migratorio. Da parte italiana era arrivata la proposta di introdurre Eurobond per trovare fondi da destinare al Migration Compact, proposta però bocciata dalla Germania. Nella sua lettera Juncker ricorda che esiste già un fondo Ue-Africa, del valore di 1,8 miliardi di euro. Il presidente della Commissione preannuncia anche un rapporto sullo stato delle iniziative Ue relative agli "aspetti esterni" dell'Agenda europea sulle migrazioni che servirà come base di discussione al vertice Ue del 28-29 giugno.


Alfano: "Forme di finanziamento comunitarie"
- Intanto, dal vertice di oggi, il commissario europeo per l'Immigrazione, Dimitris Avramopoulos, si aspetta "un accordo sulla Guardia costiera e di frontiera europea", sul quale il ministro dell'Interno Angelino Alfano si è detto ottimista. Per il titolare del Viminale, "le politiche di gestione dei flussi migratori devono essere finanziate in modo europeo e comune. Non è necessario avere degli Eurobond, purché si abbiano forme di finanziamento comunitarie", ha detto.

 



Leggi tutto