Panama Papers, bufera in Spagna. Si dimette un ministro

1' di lettura

Lascia il titolare dell’Industria Soria: il suo nome compariva come direttore di una compagnia offshore panamense. Tra gli italiani anche Flavio Briatore, che a Sky TG24 ha detto: "Sto all'estero da 30 anni, niente di illegale"

Dopo le dimissioni del premier islandese cade un’altra testa in seguito allo scandalo dei Panama Papers. Questa volta tocca al ministro dell'Industria spagnolo, José Manuel Soria, che ha annunciato le proprie dimissioni a seguito del suo presunto (e da lui smentito) coinvolgimento. Soria ha annunciato che lascerà anche la carica di deputato e di presidente del Partito Popolare delle Canarie.

Lunedì scorso, El Confidencial e La Sexta avevano pubblicato dei documenti nei quali Soria compariva come direttore di una compagnia offshore panamense nel 1992. Il ministro ha smentito di avere conti nei paradisi fiscali, ma dopo "un confronto con il premier" Mariano Rajoy ha deciso di presentare le dimissioni "considerando il danno evidente che questa situazione ha causato al Partito Popolare".

Ieri l'Espresso aveva anticipato i nuovi nomi italiani coinvolti nello scandalo: tra questi anche società legate a Galliani, Berlusconi e Briatore. Quest'ultimo a Sky TG24 si è difeso assicurando di non aver commesso niente di illegale. 

Leggi tutto