Terrorismo, Ouali sarà estradato in Belgio

1' di lettura

Il 40enne algerino è stato arrestato con l'accusa di falsificazione di documenti d'identità a fini terroristici. Polemiche a Bruxelles per le infiltrazioni Isis nello staff dall'aeroporto. Celebrati i funerali di Patricia Rizzo

Djamal Eddin Ouali sarà estradato in Belgio. Questo quanto deciso dalla Corte d'Appello di Salerno sull'uomo di nazionalità algerina arrestato a Bellizzi e accusato di essere il falsario della cellula del terrore: produceva falsi documenti utilizzati anche da alcuni terroristi implicati nelle stragi di Parigi e Bruxelles.

Questo l'ultimo aggiornamento sulle indagini sui fatti del 22 marzo. Non si placano però le polemiche sugli allarmi, o presunti tali, rimasti inascoltati dalle autorità. 

 

 

Infiltrati in aeroporto - A Bruxelles, infatti, è caccia ai radicalizzati che lavorano in aeroporto. Lo scalo di Zaventem sarebbe pieno di “spie” dell’Isis, che si nascondono tra lo staff. La polizia aeroportuale l'aveva già denunciato ma i dirigenti dello scalo se ne sarebbero lavati le mani.

La denuncia contro le istituzioni private e pubbliche che "sapevano e potevano evitare" arriva in una 'lettera aperta' scritta ai propri superiori proprio dalla polizia aerospaziale, una sezione distaccata di quella federale, che ha anche minacciato di bloccare la riapertura dello scalo se non verranno prese misure di sicurezza supplementari come i metal detector all'ingresso.

 

 

I funerali di Patricia Rizzo -  Ad una ventina di chilometri a sud della capitale belga si sono invece svolti i funerali di Patricia Rizzo, vittima italiana degli attacchi del 22 marzo. Alla sua memoria e in segno di vicinanza ai famigliari, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è intervenuto con un messaggio a nome di tutti gli italiani.

 

Leggi tutto