Colonia, tensione per i cortei. Sospeso quello della destra

1' di lettura

Città blindata per due manifestazioni dopo le aggressioni contro le donne a Capodanno. Scontri tra la polizia e i militanti del movimento anti-islamico Pegida. In mattinata hanno sfilato le organizzazioni anti-razziste. Angela Merkel: "I profughi condannati saranno espulsi". Denunce per molestie salgono a 379

Clima teso a Colonia dove si sono svolte in contemporanea due manifestazioni contrapposte: da un lato della piazza i movimenti di sinistra ed estrema sinistra, dall’altro la destra islamofoba. I due gruppi si sono 'fronteggiati' a colpi di slogan nella piazza della stazione con la polizia a fare da muro divisorio: LE FOTO.

 

 

Idranti sul corteo di Pegida - Ed è proprio qui che si sono registrate tensioni, che hanno portato la polizia ad usare idranti e fumogeni sul corteo delle destre e ad interrompere, per motivi si sicurezza la manifestazione di Pegida (FOTO). "Merkel raus!", (Merkel fuori), gridavano i sostenitori del movimento dei 'Patrioti Europei contro l'Islamizzazione dell'Occidente' mentre i collettivi di sinistra controbbattevano "nazisti fuori!" e "vi prenderemo tutti". Alla fine le forze dell'ordine hanno deciso di disperdere la manifestazione degli anti-islamici. Secondo una portavoce della polizia un giornalista è rimasto ferito durante gli scontri. Testimoni parlano di altri feriti, fra cui persone con tagli al volto.

Il numero dei partecipanti ai due cortei è ancora incerto. Secondo il Kolner Stadt-Anzeiger, i manifestanti di Pegida sono circa 1.300 e altrettanti quelli di sinistra. Gli organizzatori della destra islamofoba, invece, affermano di aver portato in piazza 3.000 persone.

 

Anche le femministe in piazza -  Le prime a scendere nelle strade in mattinata erano state le femministe (FOTO): intorno a mezzogiorno circa 500 donne si sono raccolte sulla scalinata della cattedrale cittadina per manifestare contro la violenza sessista e il azzismo. Le signore, con fischietti a tamburelli, hanno esposto cartelli con su scritto "No significa no. E' la legge!" e "Proteggete le nostre donne e i bambini". 


 

Denunce per molestie salgono a 379 - La polizia di Colonia ha reso noto nel corso della giornata che il numero delle denunce per violenze nella notte di Capodanno è arrivato a 379. La maggior parte dei sospetti identificati, ha riferito ancora la polizia, è richiedente asilo o migrante illegale. "Coloro che sono nel mirino delle indagini di polizia criminale provengono per lo più da Paesi del Nordafrica. La maggioranza sono richiedenti asilo o persone entrate in Germania illegalmente", ha spiegato la polizia in un comunicato, aggiungendo che circa il 40% dei casi è collegato ad aggressioni di tipo sessuale.

Merkel chiede pene severe – Intanto, nell'ambito del giro di vite contro i profughi, dopo le molestie subite da centinaia di donne la notte di Capodanno a Colonia, Angela Merkel ha annunciato che saranno espulsi dal Paese tutti i rifugiati condannati, anche quelli la cui condanna sia stata sospesa con la condizionale. A una settimana dalle violenze sulle donne nella notte di San Silvestro, sono 31 le persone fermate; tra queste 18 sono richiedenti asilo.


 

Leggi tutto