Francia, media belgi: "Nessuna regione al Front National"

1' di lettura

Il quotidiano Le Soir cita i primi exit poll, secondo cui il partito di Marine Le Pen non avrebbe vinto nessuno dei ballottaggi. Al secondo turno affluenza in aumento: alle 17è stato del 50,54% in rialzo di 7,5 punti

Il Front National di Marine Le Pen non avrebbe ottenuto alcuna regione ai ballottaggi in Francia. Lo scrive il sito del quotidiano belga Le Soir citando i primi exit-poll che in Francia possono essere diffusi solo dopo la chiusura dei seggi alle 20.

Se i dati fossero confermati, significerebbe che al "fronte repubblicano" lanciato dalla maggioranza socialista sarebbe riuscito di  sbarrare la strada all'avanzata di Marine Le Pen I ballottaggi hanno visto un significativo aumento della partecipazioni degli elettori. A mezzogiorno aveva votato il 19,59%  degli elettori, contro il 16,27% della stessa ora una settimana fa, in occasione del primo turno. Un trend che è salito ancora di più alle 17, quando il tasso di affluenza è stato del 50,54% in rialzo di 7,5 punti
Tra l'altro, in casa Ps, molti sperano che lo storico accordo strappato dal presidente Hollande alla conferenza Onu sul clima di Le Bourget, alle porte di Parigi, possa avere un riflesso positivo sullo scrutinio.

 

Schizzano le richieste di "procuration" - Intanto, dopo un primo turno caratterizzato dall'astensionismo e dall'impennata del Front National nei commissariati di Francia sono esplose le richieste di 'procuration', la delega amministrativa con cui gli elettori lontani da casa e impossibilitati a recarsi fisicamente al seggio autorizzano i familiari a votare al loro posto.

Al primo turno non era al seggio un elettore su due ma in molti scommettono che dopo lo choc seguito al boom del Front National primo partito di Francia l'affluenza sarà più elevata.
Certo è che negli ultimi giorni nei commissariati delle grandi città sono stati in tantissimi a mettersi in fila per chiedere la delega. A Parigi, le richieste sono schizzate del 25% rispetto a domenica scorsa, raddoppiate a Marsiglia. Impennata delle 'procuration' anche a Strasburgo, Lille, Lione e in tante altre città transalpine.

 

44 milioni i francesi chiamati al voto - "Passa tantissima gente, soprattutto studenti", spiega un funzionario citato dal Parisien. Per commentatori e media a Parigi non ci sono dubbi: si tratta di un chiaro segnale di mobilitazione per fermare il ciclone Le Pen, aiutata al primo turno anche dalla forte astensione.
Ma la partita è ancora tutta da giocare. Con i duelli tra Fronte e centro destra (Les Re'publicains) in due regioni e le triangolari in altre dieci, le incognite sono ancora numerose.
I francesi chiamati al voto sono 44,6 milioni. Alle 12 e alle 17 i dati sull'affluenza. Sono invece attesi per le 20 i primi exit poll.

Data ultima modifica 13 dicembre 2015 ore 18:11

Leggi tutto