Parigi: kamikaze Bataclan identificato dopo messaggio alla madre

1' di lettura

Secondo Le Parisien, il terzo attentatore ad agire nella sala concerti sarebbe un 23enne jihadista di Strasburgo. Nel 2013 era partito per la Siria. La madre ha ricevuto un sms: "Tuo figlio è morto il 13 novembre con i suoi fratelli". Il padre: a saperlo l'avrei ucciso prima. Intanto a Berlino 3 persone sono finite in manette. La Bild: pianificavano un attentato

Sarebbe stato identificato il terzo jihadista che si fece saltare in aria nella sala da concerti parigina Bataclan (FOTO-VIDEO) lo scorso 13 novembre: secondo Le Parisien, si tratterebbe di un giovane jihadista di Strasburgo. I corpi dei tre attentatori-kamikaze sono stati difficili da identificare, ma le indagini della polizia sono state aiutate dalle testimonianze dei parenti del jihadista.

 

Il messaggio alla madre -  Secondo quanto si apprende, infatti, la mamma dell''attentatore si sarebbe recata in commissariatodopo aver ricevuto un sms che recitava: "Tuo figlio è morto il 13 novembre con i suoi fratelli". Il ragazzo si chiamava Mohamed Fouad-Aggad e aveva 23 anni. "Suo fratello maggiore Karim, 25 anni, è attualmente detenuto dopo esser tornato dalla Siria", scrive Le Parisien. I fratelli farebbero parte di una famiglia di quattro figli proveniente da una piccola cittadina vicino a Strasburgo. "Se avessi saputo che un giorno avrebbe commesso una cosa del genere l'avrei ucciso prima", ha detto il padre.

 



Era stato in Siria  - Il presunto attentatore, scrive ancora Le Parisien, faceva parte di un gruppo di dieci persone che nel 2013 ha lasciato il quartiere di Meinau a Strasburgo per raggiungere la Siria. Sarebbe rientrato in Europa proprio per partecipare agli attentati di Parigi e farsi esplodere al Bataclan.

Identificazione non facile - Il lavoro della polizia scientifica francese per riconoscere il terzo kamikaze della sala da concerto non è stato facile a causa dello stato in cui era ridotto il corpo. Gli altri due attaccanti del Bataclan erano Omar Ismail Mostefai, identificato attraverso un dito mozzato, e Samy Amimour.

Pianificavano attentato a Berlino - La Bild riferisce intanto l'arresto, avvenuto nella giornata di martedì, di tre persone accusate di aver pianificato attentati in Germania: il primo attacco avrebbe dovuto colpire Berlino. Uno dei tre sospetti avrebbe fra l'altro svolto attività di reclutamento per Isis.

Leggi tutto